OmniAuto.it

16 ottobre 2011

Guerriglia a Roma: auto in fiamme. Chi paga i danni? Serve la polizza contro gli eventi sociopolitici. Ma col cavolo che vedrete tutti i soldi

Pazzesco

Roma devastata dai duri dei centri sociali: auto in fiamme. Chi vi paga i danni se la macchina è vostra? In caso di sommosse, tumulti politici, se l’auto viene danneggiata e avete soltanto la Rca, non vi spetta un euro di risarcimento. Serve una garanzia accessoria, cioè facoltativa. Occhio, non serve la polizza contro gli eventi naturali (tipo la grandine). E la polizza contro incendio e furto vale zero in questi casi: non è un incendio sviluppatosi da sé. Ha diritto al rimborso solo chi ha una polizza proprio contro quel tipo di eventi: tutto è scritto nel contratto. In genere, è una polizza contro atti vandalici e sociopolitici (talvolta sono separate): prevede il rimborso dei danni causati al veicolo assicurato da eventi sociopolitici, scioperi, tumulti popolari, sommosse, manifestazioni violente, atti di terrorismo, sabotaggio, vandalismo. Fate attenzione all’elenco degli eventi compresi nel contratto. I black bloc che causano incendi sono dentro tumulti popolari, sommosse, manifestazioni violente. Episodi di violenza o inciviltà sono lì dentro. Difficile che la Compagnia lo contesti.

Ma diverse compagnie concedono gli atti vandalici più gli eventi sociopolitici solamente con l’acquisto della Kasko: la garanzia più costosa che copre al 100% la macchina.

Tuttavia, anche chi è coperto dalla garanzia contro i tumulti e le sommosse (eventi sociopolitici), non si illuda: le polizze prevedono franchigie. Se, per esempio, la franchigia è di 1.000 euro e il danno di 10.000, il rimborso sarà di 9.000 euro. Poi non c’entra nulla il valore dell’auto al momento dell’acquisto: conta il valore dell’auto al momento dell’incendio. Idem per lo scoperto, una percentuale che resta a carico dell’automobilista: se è del 20% con danno di 10.000 euro, il risarcimento ammonterà a 8.000 euro.

Quando chiedete il risarcimento del sinistro, fornite una denuncia delle Forze dell’ordine (attesta che la calamità naturale c’è stata davvero). Oppure fate riferimento a quanto riportato dai mass media. Utilissime le foto dei danni all’auto. O di quel che rimane del mezzo. Quindi, la macchina (o lo schifo che resta) va messa disposizione del perito assicurativo, per la valutazione del danno effettivo.

Ma conviene stipulare una polizza contro sommosse e tumulti? Dipende da dove parcheggiate l’auto: maggiori le probabilità di quegli eventi, più conveniente la garanzia assicurativa. A Roma, nelle vie dove si fanno le manifestazioni, conviene. A rischio anche Milano.

di Ezio Notte @ 10:20


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.