OmniAuto.it

12 aprile 2012

Guida accompagnata del 17enne: si prega di preparare anche i genitori

Genitore, sei pronto?

Il 23 aprile 2012 entra per la prima volta in Italia la Guida accompagnata, che permette ai minori che hanno compiuto 17 anni, e che sono  in possesso della patente A1 per i motocicli, di praticare la guida in auto accompagnati da una persona designata, in modo da arrivare con maggiore esperienza al conseguimento della patente B.

La novità normativa prevede l’obbligo di formazione in auto: i minorenni interessati, per poter praticare la Guida accompagnata, devono prima frequentare un corso di almeno 10 ore di lezioni di guida in autoscuola, di cui 2 in visione notturna e 4 tra autostrada e strade extraurbane. Dopo questo corso, il minore potrà praticare la guida dell’auto, sempre accompagnato da una persona. Possono essere designati fino a 3 accompagnatori,  indicati dal genitore del minore.

Può esservi utile sapere che il network La Nuova Guida (prima rete di autoscuole in Italia con 200 punti sul territorio) nell’ambito del proprio Metodo di insegnamento certificato ha previsto un kit specifico di formazione per la Guida accompagnata: comprende, oltre quanto previsto dalla legge per le 10 ore di formazione dei ragazzi, anche la formazione per gli accompagnatori, come è previsto per legge in Francia.

Infatti nelle autoscuole La Nuova Guida sono previsti, oltre alle 10 ore per i ragazzi: un incontro preliminare con i genitori per sensibilizzarli sugli aspetti più importanti della formazione alla guida; un’ora di lezione con gli istruttori in auto per condividere i principi della guida responsabile, a cominciare dalla postura corretta. Al termine delle lezioni obbligatorie, gli istruttori incontrano i genitori per condividere la valutazione finale dell’allievo e indicare le eventuali criticità su cui lavorare; infine,  periodicamente,  si potranno fare degli incontri con gli accompagnatori per avere i loro feedback rispetto ai miglioramenti  dell’aspirante patentato. Per gli accompagnatori è prevista una MiniGuida che sarà consegnata all’inizio del corso.

Perché è vero che il ragazzo dev’essere preparato bene, ma forse chi ne ha più bisogno è il genitore accompagnatore: che ne dite?

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.