OmniAuto.it

5 dicembre 2011

Guida con patente sospesa a tempo indeterminato: non c’è reato

E la patente?

Chiariamo un equivoco. Molti siti danno questa notizia: chi circola senza patente non commette reato. Attenzione, è una bufala. In realtà, chi circola con la patente sospesa a tempo indeterminato non commette reato. C’è una bella differenza fra i due concetti.

Lo ha sancito la Cassazione con sentenza numero 44647 del 20 ottobre 2011, depositata il 1° dicembre: c’è solo la sanzione prevista dal Codice della strada. Ribaltata la sentenza del Tribunale di Busto Arsizio (Varese).

Sta tutto nell’articolo 218 del Codice della strada: “Chiunque, durante il periodo di sospensione della validità della patente, circola abusivamente, anche avvalendosi del permesso di  guida  di cui al comma 2 in violazione dei limiti previsti  dall’ordinanza  del prefetto con cui il permesso e’ stato concesso, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.886 a euro 7.546. Si applicano le sanzioni accessorie della revoca della patente e del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi. In caso di reiterazione delle violazioni”.

In realtà, c’è stata una depenalizzazione con il Decreto 507 del 30 dicembre 1999. Prima, era reato. Ora no.

In questo modo, un tizio che guidava nonostante la sospensione della patente a tempo indeterminato, pizzicato nel 2009 e fermato dalla Polizia, se l’è cavata: Gastone il fortunato. La notizia non mi rende felice. Dura lex, sed lex.

di Ezio Notte @ 00:03


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.