OmniAuto.it

29 marzo 2010

I 150 giorni dalla notifica: piano a fiondarvi dal Prefetto

Ragionare prima di ricorrere

Ragionare prima di ricorrere

Crei un sito sui ricorsi contro le multe, le spari grosse, fai visitatori e sei bello soddisfatto: basta dire che puoi sempre ricorrere e vincere tutte le cause, e il gioco è fatto. Questo si verifica specie con la storia dei 150 giorni, più attuale che mai. Di che si tratta? Leggete giù.

Se vi dicono che una multa deve arrivarvi a casa entro 150 giorni dall’infrazione, state all’occhio. E se vi spingono a fare ricorso al Prefetto, state due volte attenti: chi perde lì, paga il doppio.

a) Dice il Codice della strada: “Qualora la violazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale, con gli estremi precisi e dettagliati della violazione e con la indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, deve, entro centocinquanta giorni dall’accertamento, essere notificato all’effettivo trasgressore”. Capito? Parla di giorni dall’accertamento dell’infrazione. Può darsi che l’infrazione sia stata commessa oltre 150 giorni dalla notifica, ma non l’accertamento di infrazione.

b) In base all’interpretazione prevalente, se il notificante ha rispettato il termine dei 150 giorni per la consegna dell’atto al messo comunale o al servizio postale, il verbale potrebbe non decadere dopo la scadenza del termine, a patto che le cause siano riconducibili al messo comunale o al servizio postale.

c) Ancora il Codice: “Qualora l’effettivo trasgressore od altro dei soggetti obbligati sia identificato successivamente alla commissione della violazione la notificazione può essere effettuata agli stessi entro centocinquanta giorni dalla data in cui risultino dai pubblici registri o nell’archivio nazionale dei veicoli l’intestazione del veicolo e le altre indicazioni identificative degli interessati o comunque dalla data in cui la pubblica amministrazione è posta in grado di provvedere alla loro identificazione”.

In ogni caso, andateci coi piedi di piombo. Rivolgetevi al Giudice di pace: in caso di sconfitta, non pagherete il doppio.

di Ezio Notte @ 22:10


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Contravvenzione per eccesso di velocità in data 16.08.2009
    Accertamento dell’infrazione in data 10.02.2010
    Notifica dell’infrazione in data 07.05.2010
    Il tutto avviene in Svizzera.
    Non sono passati 150 gg tra accertamento e notifica per cui pago e… basta ?
    Roberto

    Commento by Roberto — 24 maggio 2010 @ 21:44

  2. ho preso una multa per semaforo rosso il 17/2/2010 mi è arrivata il 17/06/2010 mi conviene aspettare la delibera della camera per la riduzione di notifica a 60 giorni quanto tempo è previsto secondo voi per la delibera?grazie

    Commento by giancarlo — 18 giugno 2010 @ 12:58

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.