OmniAuto.it

15 dicembre 2010

I primi brillanti risultati dell’informazione distorta: “Agente, fa freddo. L’alcoltest non vale”

Etilometri: bufale raggelanti

Scrivi “alcoltest freddo sotto zero” in Google e usciranno panzanate mediatiche a ripetizione. In particolare, leggerete che, in base a un Decreto, se la temperatura esterna è inferiore allo zero l’alcoltest non vale: in caso di superamento del fatidico mezzo grammo di alcol per litro di sangue, la multa va annullata.

Fesserie. Insistiamo a dirvi come stanno le cose: nessun etilometro è usato a zero gradi. Il dispositivo viene collocato in un camper, nel bagagliaio di una station wagon o sul sedile posteriore di una berlina. Quando si fa un controllo del genere, visto l’enorme assorbimento energetico dell’apparecchio (allacciato a una presa d’accendisigari), le automobili vengono lasciate in moto. E d’inverno, gli abitacoli sono riscaldati. Il controllo al gelo? Avviene se un agente prende l’etilometro e lo pone su un banchetto a meno 20 gradi. Mah…

Eppoi esistono etilometri in grado di funzionare anche al disotto dello zero: basta verificare le indicazioni del costruttore.

Fatto sta che un agente delle forze dell’ordine (ci chiede l’anonimato) ci racconta di aver fatto il solito controllo per prevenire la guida in stato d’ebbrezza. Era sera e faceva un freddo boia. Sapete che cosa gli ha detto il guidatore ebbro? “Non puoi farmi l’alcoltest. Non vale. L’ho letto su Internet”.

Perché il Web è bestiale, e le bufale corrono a tremila all’ora senza che si riesca a fermarle.

foto flickr.com/photos/glenbowman

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.