OmniAuto.it

16 dicembre 2012

I soldi delle vostre multe: senza Decreto, chissà che fine fanno

Ciao ciao quattrini

La legge c’è, ma nessuno controlla.

Dice l’articolo 142 del Codice della strada:

“12-ter. Gli  enti  di  cui  al  comma  12-bis  destinano  le  somme derivanti dall’attribuzione delle quote dei proventi  delle  sanzioni amministrative pecuniarie di cui al medesimo comma alla realizzazione di  interventi  di  manutenzione   e   messa   in   sicurezza   delle infrastrutture stradali, ivi comprese la segnaletica e le barriere, e dei relativi impianti, nonché al potenziamento  delle  attività  di controllo  e  di  accertamento  delle  violazioni   in   materia   di circolazione stradale, ivi comprese le spese relative  al  personale, nel rispetto della normativa vigente relativa al  contenimento  delle spese in materia  di  pubblico  impiego  e  al  patto  di  stabilità interno.

12-quater. Ciascun ente locale  trasmette  in  via  informatica  al Ministero delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  ed  al  Ministero dell’interno, entro il 31 maggio di ogni anno, una relazione  in  cui sono  indicati,  con  riferimento  all’anno  precedente,  l’ammontare complessivo dei proventi di propria  spettanza  di  cui  al  comma  1 dell’articolo 208 e al  comma  12-bis  del  presente  articolo,  come risultante  da  rendiconto  approvato  nel  medesimo  anno,   e   gli interventi realizzati a valere su tali risorse, con la specificazione degli oneri sostenuti per  ciascun  intervento.  La  percentuale  dei proventi spettanti ai sensi del comma 12-bis è ridotta  del  30  per cento annuo nei confronti dell’ente che non trasmetta la relazione di cui al periodo precedente, ovvero che utilizzi i proventi di  cui  al primo periodo in  modo  difforme  da  quanto  previsto  dal  comma  4 dell’articolo 208 e dal  comma  12-ter  del  presente  articolo,  per ciascun  anno  per  il  quale  sia  riscontrata  una  delle  predette inadempienze”.

Articoli scritti in burocratese, che nessitano di ulteriori Decreti per la loro applicazione, Decreti che non arrivano, con i  Comuni che fanno il bello e cattivo tempo.

Alla fine, i vostri soldi non si sa che fine fanno. E quand’anche arrivasse il Decreto, chi controllerebbe che i quattrini vadano a finire per migliorare la sicurezza stradale? Amen.

di Ezio Notte @ 16:51


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.