OmniAuto.it

5 settembre 2012

IIHS: crash test che mi piacciono più di quelli Euro NCAP

Sete di severità

L’Euro NCAP mi pare una maestrina delle elementari che ogni tanto alza la voce, ma che non fa paura agli alunni: alla fine, sono 10 e lode in pagella per quasi tutti. Dicono che l’Euro NCAP continui a diventare più severo: sarà; ma arrivano sempre cinque stelle per tutte le auto. Sì, potrebbe pure darsi che le Case vanno alla velocità della luce in quanto a sicurezza, ma allora l’Euro NCAP deve volare ancora più rapido e inasprire i criteri. Le cinque stelle devono essere l’eccezione, non la regola con eccezioni. Invece, mi piace di più l’IIHS, che spesso e volentieri stronca le auto senza pietà.

Volete un esempio? SicurAUTO.it segnala che, dopo le anticipazioni di questa primavera, c’è la prima sessione del nuovo e severo crash test IIHS: 11 berline Premium testate, solo 3 con buoni voti. Infatti, l’IIHS ha introdotto un nuovo crash test frontale per verificare la protezione offerta dalle automobili nel caso in cui l’impatto avvenga sull’angolo del musetto.

Il nuovo crash test “small overlap” prevede l’impatto su una barriera rigida con solamente il 25% del frontale, mantenendo però la velocità di 64 km/h del classico crash test offset 40% con barriera deformabile effettuato anche da Euro NCAP. Questa prova vuole replicare ciò che avviene quando si urta un’altra vettura, un albero o un palo con lo spigolo esterno del frontale. A bordo della vettura siede al posto guida un manichino Hybrid III 50percentile per verificare la tenuta dell’abitacolo e le eventuali lesioni riportate dal pilota nell’impatto.

Se rifili qualche ceffone alle auto e alle Case, sei credibile. Se sei miele per tutti, perdi di autorevolezza: non credete?

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.