OmniAuto.it

23 aprile 2012

Il 17enne al volante da oggi: bufala numero uno

Al volante con papà? Bufala

Leggo che, adesso, il 17enne con la patente A1 per le moto oggi può guidare l’auto con accanto papà. È una bufala colossale: occhio, vi rovinano di multe si vi azzardate a far guidare il ragazzo, oltre al pericolo di rivalsa assicurativa in caso d’incidente (sareste costretti a risarcire i danni). La verità è che prima il giovane deve fare un corso in autoscuola, dopodiché richiede l’autorizzazione in Motorizzazione.

Per ottenere il rilascio dell’autorizzazione alla Guida Accompagnata, l’aspirante conducente deve frequentare un corso di guida individuale di almeno 10 ore presso un’autoscuola e con un istruttore abilitato. Delle 10 ore, almeno 4 devono svolgersi in autostrada o strade extraurbane e 2 in condizioni di visione notturna.

Se, e solo se, ci sono questi requisiti, allora si può passare alla fase successiva della Guida Accompagnata: il guidatore designato deve avere determinati requisiti. Possono essere designati fino a tre accompagnatori, indicati dal genitore del minore (o dal legale rappresentante) sull’apposito modulo: non devono avere un’età superiore a 60 anni e devono invece essere titolari, da almeno 10 anni, di patente della categoria B o superiore (con esclusione quelle speciali). Inoltre, gli accompagnatori non devono aver subìto provvedimenti di sospensione della patente negli ultimi cinque anni o provvedimenti di revoca.

di Ezio Notte @ 21:25


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.