OmniAuto.it

13 giugno 2010

Il camionista (straniero) ubriaco fradicio che può uccidere noi e la nostra famiglia: possibile convivere con simili incubi in Italia?

Duel? C'è di peggio

Duel? C'è di peggio

Nel film “Duel” un ispiratissimo Steven Spielberg descrive l’angoscia di un automobilista inseguito per ore da un camionista che vuole ucciderlo con la sua mega autocisterna americana.

Nel film che viviamo sulle nostre strade, l’alcol è il nuovo incubo. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, causa un terzo dei sinistri, con feriti e morti. I politici paiono far poco per contrastare il fenomeno, giacché pure il nuovo Codice della strada non si fa ancora vedere: doveva arrivare a Pasqua 2009…

Ma c’è un nightmare più terribile: un camionista (straniero) ubriaco che semina il panico (vedi Asaps). È accaduto ancora: qualche ora fa, uno sloveno 28enne in stato alterato zigzagava sulla A4, all’altezza di Roncade (Treviso). Per fortuna una pattuglia della Polstrada ha rallentato il traffico dietro il bestione ondeggiante, che faceva lo slalom impazzito sulle corsie a 100 km/h.

Né la presenza della Polizia né le sirene spiegate hanno convinto l’ubriacone a fermarsi. La pattuglia l’ha affiancato, rischiando lo speronamento: dopo 10 chilometri, l’autista s’è fermato, è sceso dal camion barcollando, s’è seduto per terra. Test: 3,38 grammi di alcol per litro di sangue, contro un limite di legge di mezzo grammo. Mostruoso.

Alla base di questi episodi, un Codice della strada che non fa paura. Neppure agli autisti stranieri dei Tir. Crediamo che quel gentiluomo, alla peggio, debba rifare gli esami della patente. Che provi a farlo in Svizzera un giochino del genere…

E se volete darci dei razzisti o dei talebani anti alcol, sono affari vostri. Significa che siete ipocriti: non è carino farsi ammazzare da un alcolizzato autista di Tir.

di Ezio Notte @ 00:01


7 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 7 Commenti

  1. “E se volete darci dei razzisti o dei talebani anti alcol, sono affari vostri.” Be… contenti voi.
    Non volete controlli(autovelox,tutor ecc…) perchè servono solo per far cassa,lodate chi “sfugge” alle sanzioni e poi date addosso al camionista…rigorosamente straniero.
    Articolo scritto ad arte per il popolicchio autodipendente.

    Commento by mumble — 14 giugno 2010 @ 09:45

  2. Non fare lo schizzinoso complicato. Se un autista urbiaco ti viene addosso col suo Tir, sai chi se ne frega degli autovelox?

    Commento by Ezio Notte — 15 giugno 2010 @ 00:54

  3. […] il sangue continua scorrere copioso a causa dell’alcol. Ricordiamo che la guida in stato d’ebbrezza causa un sinistro su tre: dati dell’Organizzazione mondiale della […]

    Pingback by Dal nomadismo etilico alla bevuta delle tre di notte fino all’impatto devastante in auto: la lobby dell’alcol tiene in scacco l’Italia | Automobilista.it — 20 giugno 2010 @ 00:07

  4. Certo che le ditte di autotrasporti finche la legge non fa sequestro e confisca ai mezzi ( come avviene ad esempio in francia, austria,germania svizzera e nella ex jugoslavia) degli autisti trovati fuori regola ( ore, droga . alcool. velocita’ etc etc ) qusti continueranno ad obbligare specie quelli stranieri piu ricattabili a fare ore impossibili ( ci sono autisti che fanno 22 ore su 24 di lavoro ) a velocita’ assurde con camion truccati illimitati.QUESTI AUTISTI SONO OBBLIGATI AD ASSUMERE SOSTANZE STUPEFACENTI O ALCOLICHE ASSUEFANTI PER REGGERE I RITMI . LA COLPA NON E’ SOLO LORO MA TUTTI NOI SIAMO COMPLICI CHE LASCIAMO FARE ALLE DITTE E AI NOSTRI POLITICI CHE NON FANNO UN CAZZO 27000 EURO AL MESE ANCORA NON VISTA LA LEGGE ANTI STRAGI DEGLI INCIDENTI . LA META’ DEI CAMIONISTI SI DROGA PER PORTARE IL LATTE AI MERCATI , FARMACI IN FARMACIA . BISOGNEREBBE OBBLIGARE LE DITTE MA IN ITALIA DICONO CHE NON SI PUO’ PERCHE NOI NON SIAMO FRANCESI MA SIAMO ITALIANI ! VIVA L’ITALIA VAFFANCULO ALLA FRANCIA . TANTO LORO HANNO CAMIONISTI SOBRII PER LE STRADE AHAHAHAAAHAHAHAAHA

    Commento by Roberto Morelli — 15 luglio 2010 @ 23:39

  5. A me un politico ……..invece ha detto ………….che per 4 morti di merda sulle strade non si puo’ cambiare…………un sistema…………non muoiono di malattie……..muoino di incidente …….amen ………….il sistema non si puo cambiare sarebbe ..un disastro economico per l’italia…………..quindi se vi va bene e’ cosi ‘……………se non vi va bene andate ad abitare in francia o germania ……..la i camionisti sono dei soldatini non bevono……………….guidano solo 9 ore contro le 18 nostre in italia…………….vanno nei limiti …………si inculano tra di loro se uno non rispetta le norme…..e la loro gendarmeria li va a controllare nelle ditte……………Va bene cosi’ ………infondo a me piace andare a prendere il cocco al market ……………l’anguria………se non ci fossero sti qui ……..in italia sarebbe merda

    e’ il ciclo vitale nasci , vivi e poi muori di malattia o sotto un tir che differenza fa scusate?

    Buona notte

    Commento by Fabiano Contini — 15 luglio 2010 @ 23:48

  6. […] di mal sopportare i pirati della strada ubriachi e tossici: quelli che, in stato mentale alterato, causano incidenti e poi […]

    Pingback by I nostri idoli assoluti: il sindaco Stefano Stracci e il consigliere Fernando Gabrielli | Automobilista.it — 24 settembre 2010 @ 00:08

  7. voi palate perche avete la bocca e basta

    Commento by adamo — 24 settembre 2010 @ 20:57

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.