OmniAuto.it

24 settembre 2010

In che mondo?

Tutto questo è meraviglioso

Via Aci: “Spesso giudicati con disappunto dagli automobilisti, i cantieri stradali non presentano più le criticità del passato per la circolazione e le ripercussioni sul traffico sono piuttosto limitate. È quanto emerge dalla prima indagine sui cantieri stradali urbani realizzata dall’Aci e da altri 16 Automobile Club europei nell’ambito del programma EuroTest della Federazione internazionale dell’automobile.

“L’indagine ha esaminato 57 cantieri in 12 città europee (Roma, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Monaco, Parigi, Vienna e Zurigo) evidenziando un’attenzione nuova e crescente delle amministrazioni locali verso la sicurezza stradale: 3 cantieri sono stati giudicati ‘ottimi’, 28 ‘buoni’, 21 ‘sufficienti’, 4 ‘insufficienti’ e solo 1 ‘scarso’, a Madrid.

Nella capitale la valutazione ‘sufficiente’ è stata ottenuta da 4 cantieri su 5: via Anastasio II, corso Trieste, via Nazionale e via Livorno, mentre quello situato in viale dei Colli Portuensi è stato giudicato ‘insoddisfacente’”.

Non mettiamo in dubbio quanto dice l’Aci. Né sospettiamo una manipolazione dei dati da parte di chi ha messo in piedi la ricerca sui cantieri. Ci permettiamo tuttavia di far notare che le domande al volo fatte ai romani, sul campo, in strada, sono sempre quelle che danno la vera foto della situazione. Forza, provate a chiedere a un romano informazioni sui cantieri e sul traffico della capitale, poi vediamo che cosa emerge…

di Ezio Notte @ 18:49


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Abito nei pressi di uno dei cantieri nominati da ACI. La risposta più gentile è: Acci loro..!! La devono smettere di bere il vino a colazione! Si sa , ormai se la cantano e se la suonano da soli. Ma chi li ascolta più!

    Commento by giovanni — 25 settembre 2010 @ 22:53

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.