OmniAuto.it

7 novembre 2011

Incendio per non perfetta manutenzione del margine stradale: su Cercasentenze.it ho trovato…

Sentenza interessante

Ottimo il sito Cercasentenze.it: raccoglie anche sentenze che hanno a che vedere con la circolazione stradale. Di recente, qui (per abbonati) ho beccato quella del Tribunale di Brindisi (Sezione civile), numero 1207 del 3 ottobre 2011: la responsabilità (in base all’articolo 2051 del Codice civile) per i danni cagionati da cose in custodia ha carattere oggettivo. Perché questa possa configurarsi è sufficiente che l’attore dimostri il verificarsi dell’evento dannoso e del suo rapporto di causalità con il bene. A meno che il custode provi il caso fortuito.

Stando ai giudici, “va chiarito che nessun rilievo assume il fatto che l’attore non abbia effettuato alcuna segnalazione dopo il primo incendio del 30.5.2006, atteso che la materiale esistenza di detto episodio incendiario è attestata in maniera certa dal verbale redatto dai VV.FF. accorsi per domare le fiamme”.

“In definitiva, reputa il decidente che le deposizioni dei testi E. e C., in uno alle conferme documentali provenienti sia dalle foto in atti, sia dai verbali dei vigili del fuoco accorsi sul posto, consentono di affermare che l’incendio ha avuto origine dal ciglio stradale, e da questo è poi divampato sino a lambire il fondo di proprietà dell’attore”.

di Ezio Notte @ 22:10


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.