OmniAuto.it

20 maggio 2010

Incidenti: l’illuso che si bea del risarcimento ottenuto da solo

2210025971_59c473db01

Le illusioni sono splendide...

La crisi porta a risparmiare su tutto, perfino sul pane. Ma a volte il possibile risparmio è solo un’illusione. Vogliamo spiegarci con un esempio semplice.

a) Vengo coinvolto senza colpa in un incidente e riporto lesioni fisiche.

b) Con l’indennizzo diretto, la mia pratica viene seguita dalla mia Assicurazione: è questa che mi deve dare il denaro.

c) Nel tentativo di risparmiare, mi affido alla mia Compagnia. Non mi rivolgo a un esperto in infortunistica stradale né a un avvocato.

d) Mi arriva, dopo cinque mesi, un risarcimento di 3.000 euro.

e) Sono soddisfatto: senza sborsare un euro, alla fine ho incassato il denaro.

Ma vi siete mai chiesti quanto avreste incassato se vi foste affidati a un esperto in infortunistica stradale o a un avvocato? Magari il rimborso sarebbe stato di 4.500 euro.

E ancora: vi siete mai chiesti quanto tempo avreste atteso grazie a un esperto in infortunistica stradale o a un avvocato? Magari avreste visto i quattrini dopo tre mesi anziché dopo cinque.

Riflettere, prego.

foto flickr.com/photos/vincealongi

di Ezio Notte @ 00:22


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Caro Ezio, sulla misura del risarcimento hai sicuramente ragione, per quanto riguarda la tempistica invece no. noi siamo uno studio di infortunistica e, normalmente, aspettiamo circa 6 mesi prima di definire un danno fisco. Non perchè ci piace perdere tempo ma per una semplice tutela; infatti, anche il danno più banale, ha bisogno di un periodo di “osservazione” congruo in modo da non trovarsi con delle sorprese una volta che il risarcimento è stato definito.

    Commento by sos incidente — 22 maggio 2010 @ 08:39

  2. […] di Automobilista.it non ragioniamo coi paraocchi: se c’è da criticare le Assicurazioni, lo facciamo immediatamente e in piena libertà; ma se gli italiani vanno […]

    Pingback by Rc auto: piccoli truffatori che distruggono il portafogli degli automobilisti onesti | Automobilista.it — 22 maggio 2010 @ 13:48

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.