OmniAuto.it

26 dicembre 2010

Indennizzo autostrade: i mass media la fanno troppo facile. Guai a sbagliare autocertificazione

Occhio al boomerang autocertificazione

Sei imbestialito per essere rimasto incagliato nell’inferno di ghiaccio di venerdì 17 dicembre in autostrada? Vuoi i soldi del rimborso per il disagio? Calmati e ripensa per benino a tutto quello che devi dire alle associazioni dei consumatori. I mass media la fanno troppo facile con questa storia dei soldi indietro.

1) Dal 27 dicembre, sarà disponibile sul sito autostrade.it l’apposito modulo per presentare la domanda di conciliazione per l’indennizzo. Il modulo si basa sull’autocertificazione dell’interessato attestante l’entrata e l’uscita dai caselli dell’autostrada. In assenza di ricevute dei pedaggi, la società Autostrade si riserva di verificare la veridicità delle affermazioni contenute nell’autocertificazione.

2) Ripetiamo: In assenza di ricevute dei pedaggi, la società Autostrade si riserva di verificare la veridicità delle affermazioni contenute nell’autocertificazione.

3) Stai all’occhio a dire la verità. In buona fede, potresti raccontare di essere rimasto 22 ore bloccato anziché 15 ore. Se dichiari il falso nell’autocertificazione, commetti reato.

4) Inizi che vuoi i soldi dal gestore, finisci che ti sbagli, commetti reato, e sarai tu a dare i quattrini a loro.

foto flickr.com/photos/rhobinn

di Ezio Notte @ 12:30


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.