OmniAuto.it

27 marzo 2012

Insaziabili Assicurazioni

Famina?

Sono 11 anni che le Assicurazioni godono.

Hanno ottenuto la Legge 57/01, che ha decurtato il valore economico dei risarcimenti.

Hanno avuto la tabella per le cosiddette lesioni di lieve entità (cioè lesioni da 1 a 9%) da utilizzare in caso di danno conseguenza solo di un incidente stradale.

Nel 2007, l’indennnizzo diretto: il lupo a guardia del pollaio. Le vittime della strada in balia delle Assicurazioni prive di assistenza di un professionista. Io, Assicurazione, decido se e quanto risarcirti.

Hanno già avuto (a Ferragosto, mentre tutti rincoglioniscono abboffandosi) l’approvazione di uno schema di risarcimento che dimezza i valori per le lesioni gravi.

Adesso, il colpo di frusta, con la Legge liberalizzazioni, viene pagato solo se dimostri la lesione con una radiografia. Una tonnellata di radiazioni sul collo, o esami invasivi, e tutto calpestando un tuo diritto: l’indennizzo per il dolore fisico o psicologico.

Così lo stupro della Rca è totale. Da parte di Governi di qualsiasi colore. Dalla Rca del 1969 che risarciva tutti i danni, alla Rca di marzo 2012, che indennizza qualcosa, in parte, a condizione che.

E i ribassi delle tariffe Rc auto?

Mi viene da ridere. Fra un  paio d’anni, le Assicurazioni ci racconteranno che i costi salgono, idem le Rca. E allora, tutti a dirsi: oh caspitina, le tabelle per le lesioni lievi e pesanti, l’indennizzo diretto e il colpo di frusta non risarcibile non sono serviti a nulla. Su, facciamo un’altra bella legge a favore delle Assicurazioni.

di Ezio Notte @ 22:35


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.