OmniAuto.it

13 ottobre 2010

Intervista a Davide Galli, cioè ilCarrozziere.it

Davide Galli, un carrozziere combattivo

Cosa può nascere attorno a una sana pizza? Una bella intervista. Ed ecco a voi la prima parte della nostra chiacchierata con Davide Galli: ilCarrozziere.it.

Davide, presentati ai nostri sempre più numerosi lettori: chi sei?
Oltre a essere proprio uno di quei lettori cui fai riferimento, sono un carrozziere da 25 anni all’interno dell’azienda familiare creata nel 1961 da mio padre. Sono cresciuto nell’ambiente dell’autoriparazione sia all’interno della mia azienda mantenendola giovane e aggiornata sia a contatto con le associazioni di categoria, dove ho militato per promuovere diverse iniziative volte a migliorare i rapporti Assicurazione/carrozziere e carrozziere/cliente. Mi definiscono un carrozziere che si è accorto della vulnerabilità del settore dell’autoriparazione e dell’incapacità dell’automobilista nel fare valere i propri diritti.

E da qui…
Prendendo spunto dai vostri articoli, ma soprattutto dalle risposte degli automobilisti, ho fondato un portale, www.ilcarrozziere.it, un contenitore d’informazione rivolto a tutti i carrozzieri; ho inoltre un blog dove vengono divulgate tutte le azioni a difesa dell’automobilista e del carrozziere. E per finire, un forum per scambiare informazioni tecnico/burocratiche del mondo della carrozzeria.

Risultato?
Vista l’importanza degli argomenti trattati sul portale e la scarsità di canali per ottenerle, sono riuscito ad avere un’immediata visibilità a livello nazionale con più di 2.000 carrozzieri iscritti.

Ok, subito argomenti spinosi. Danno auto per collisione: oggi in Italia viene tutelata la libertà di scelta dell’automobilista?
Certamente no. Il ramo Rc auto è ancora influenzato da una scarsa informazione. Normalmente, dopo un sinistro, l’automobilista si reca dal proprio assicuratore e proprio in quel frangente viene dirottato (spesso obbligatoriamente) presso un centro convenzionato (carrozziere fiduciario) che offre gli stessi servizi di una carrozzeria non convenzionata. Anzi, in alcuni casi, le carrozzerie fiduciarie negano servizi come l’auto sostitutiva mettendo in difficoltà il danneggiato.

Ma allora, cosa lega il carrozziere fiduciario alle Assicurazioni: lavori eseguiti meglio oppure servizi migliori o solo sconti in cambio di canalizzazione?
L’automobilista deve sapere che oggi grazie a diverse sentenze della Corte costituzionale, è libero di riparare l’auto dove vuole, affidandosi a chi gli riporta l’auto in sicurezza e non a chi “sconta” la sua manodopera per avere lavoro. Anche in presenza di polizze in forma specifica (vedi Auto Presto e Bene), qualsiasi carrozzeria può riparare i veicoli danneggiati senza che l’automobilista debba anticipare denaro.

Che mi dici del risarcimento in forma specifica?
Il sistema della canalizzazione “forzata” attraverso il risarcimento in forma specifica è stato stigmatizzato recentemente dall’Antitrust e dal Consiglio economico e sociale dell’Unione europea perché, oltre a non aver prodotto benefici in termini di riduzione dei premi per gli assicurati, rischia di minare il diritto di scelta dell’automobilista non informato, appunto sui suoi reali e sacrosanti diritti.

di Ezio Notte @ 22:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.