OmniAuto.it

18 ottobre 2011

L’assicurato meridionale è infuriato: dovreste darmi una medaglia, e invece mi date i calci

Così cucinano gli assicurati del Sud

L’assicurato onesto maltrattato: succede soprattutto al Sud. Vedi qui.

Ricevo e pubblico volentieri lo sfogo di un mio affezionato lettore.

Care Compagnie (e care è una definizione che credo vi calzi a pennello ), sono un vostro assicurato da circa vent’anni, che desidera porvi alcune domande che mi sorgono spontanee in virtù di ciò che mi sta accadendo.

Abito in una grande città del Sud, sono fiero di vivere al Sud e, malgrado le difficoltà che ciò comporti, voglio continuare a viverci. In tanti anni ho avuto la fortuna (anche una certa dose di bravura ) di non aver provocato mai degli incidenti: posso tranquillamente esser definito come “automobilista modello”.
In tutti questi anni la mia polizza dell’auto, malgrado io scendessi di classe, non è mai diminuita d’importo. Malgrado andassi in Bonus ho dovuto sorbirmi il Malus dell’aumento tariffario.

Mi è stato spiegato che ciò accade perché nella mia città avvengono molti incidenti che spesso sono delle frodi nei confronti delle Compagnie. Ma io non ho nulla a che vedere con chi causa gli incidenti, e, men che mai, con chi truffa le Assicurazioni.

Sembra quasi che il fatto che io viva in una città “assicurativamente difficile”, debba essere una colpa che devo espiare pagando la polizza più alta d’Italia. Se abito in un postaccio, questo lo sostenete voi, e, di contro, non ho mai provocato incidenti, non dovrei esser premiato più di chi abita in realtà più tranquille? Dovrei esser trattato quasi da “eroe”!
Dovrei esser coccolato da tutte le Compagnie: sono un automobilista modello in una città pericolosa! Perché non vengo premiato? Perché devo pagare, in prima classe, il triplo di un cittadino residente in una pacifica cittadina settentrionale? Quell’uomo settentrionale vive in un paradiso in terra, per lui è facile non fare incidenti: io sono all’inferno, è devo mettere a dura prova le mie doti automobilistiche… dovrei pagare la metà di quel fortunato!

Con il vostro atteggiamento state provocando un fenomeno pericolosissimo tra i miei concittadini: per il costo così elevato delle polizze, molte persone non si assicurano affatto!

Ricapitolando: sono un cittadino che non provoca sinistri in una realtà in cui ce ne sono tanti, ma mi penalizzate facendomi pagare il triplo rispetto ad un cittadino di altre città; sono anche un cittadino che rischia di esser vittima di un incidente con un auto non assicurata; sono un cittadino sfortunato se non fa incidenti, e ancora più sfortunato se ne subisce qualcuno.

Domanda: ma un po’ di vergogna la provate per ciò che mi state facendo?

foto flickr.com/photos/missmeng

di Ezio Notte @ 00:01


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Capisco come ti senti, anch’io finora non ho mai dato denunce di sinistri alla mia assicurazione, eppure sebbene scalassi la classifica fin alla prima classe, il premio aumentava. Oggi pago la seconda rata semestrale e nel 2012 proverò l’esperienza di cambiare compagnia assicurativa. Sarà un peso per mio padre questa mia decisione, però non posso fare altrimenti.

    Commento by Walter — 26 ottobre 2011 @ 15:26

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.