OmniAuto.it

15 novembre 2011

La Cassazione sul Tutor: un Giudice di pace sulle multe seriali. Ora non si ammattisce più

Tutor? Ora fai centro subito

Parto da Bologna, arrivo al profondo Sud, vado a 300 km/h, il Tutor mi fotografa 30 volte: 30 multe seriali, una dietro l’altra. Ma c’è un vizio di forma e voglio vincere il ricorso. A quale Giudice di pace mi rivolgo? A uno solo. Parola della Cassazione, con la sentenza 23881 depositata il 15 novembre 2011.

Tutto è partito da una sentenza del Giudice di pace di Pistoia, che aveva dichiarato inammissibile il verbale. Motivo: ogni multa vuole il suo ricorso.

Ora la Cassazione la dà vinta all’automobilista: basta un ricorso a un Giudice di pace. Non si può diventare matti presentando un ricorso a ogni singolo Giudice di competenza in quella specifica zona dov’è avvenuta l’infrazione.

Per fortuna, la Cassazione ha ristabilito i nostri diritti. La causa del cittadino verrà dibattuta di nuovo.

C’è da dire che questo Tutor, sin dalla nascita, ha creato un mare di problemi. La verità è che certi punti fermi (utilizzo dello strumento, verbali, ricorsi) dovevano essere fissati sin da subito. Invece, s’è perso molto tempo. E tuttora è caos, tanto da far intervenire la Cassazione.

foto flickr.com/photos/miggslives

di Ezio Notte @ 23:50


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.