OmniAuto.it

11 ottobre 2011

La chiave dell’omicidio stradale

Alcol e auto uguale morte

Disegno di legge “Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di omicidio e di lesioni personali commessi a causa della guida in stato di ebbrezza“. Insomma, l’omicidio stradale. Reputo interessante la nota di approfondimento a cura del comitato di redazione Aci. Qui sta la chiave dell’omicidio stradale.

“Si vuole punire la condotta, consistente nel porsi alla guida di un veicolo nelle condizioni soggettive citate dato che ovvia e comune scienza ci avvisa che è fortemente probabile la possibilità di provocare incidenti stradali sotto l’influenza degli stati alterativi descritti. In questa circostanza, insomma, la condizione di reale prefigurazione del possibile evento mortale o lesivo in termini di elevata probabilità si differenzia da quella che viene definita come colpa cosciente, che presuppone la convinzione del non verificarsi dell’evento, che peraltro rimane astrattamente possibile. Anche da parte della giurisprudenza, negli ultimi anni, si è registrato un ingresso del dolo eventuale attraverso alcune sentenze di merito particolarmente innovative, che hanno iniziato a ritenere compatibili l’omicidio volontario e l’incidente stradale sotto l’influenza di sostanze alcoliche o stupefacenti”.

Se bevi, sai che potrai uccidere in auto. Concordate?

foto flickr.com/photos/marco_ask

di Ezio Notte @ 21:57


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.