OmniAuto.it

5 settembre 2013

La Polstrada acciuffa i ladri di Suv diretti in Tunisia

Fra un cammello e l'altro, c'è il tuo Suv

Dove finisce il tuo Suv rubato? Spesso in Tunisia. Ecco infatti come ha risolto un caso la Polstrada di Genova. Dovete sapere che la Liguria è un nodo strategico per i traffici di veicoli rubati che sono destinati per lo più ai Paesi del terzo mondo: qui è più semplice occultarli, non esistendo né rapporti di reciprocità tra la Polizia italiana e quelle locali, né tantomeno banche dati da cui attingere informazioni inerenti al mezzo oggetto di furto e ricercati per tale motivo. Dall’inizio dell’anno a oggi, la Stradale ha recuperato 20 veicoli di alta gamma destinati all’esportazione.

Durante un controllo all’interno dell’area portuale genovese, gli agenti della Stradale di Genova hanno inferto un altro duro colpo ai trafficanti di tali veicoli destinati al riciclaggio nei Paesi del Nord Africa, sequestrando una BMW X6 condotta da S.K., di nazionalità tunisina, pronta per essere esportata in Tunisia.

Incredibile: la vettura era munita di targhe tedesche provvisorie scadute di validità da circa due mesi, ciò allo scopo di camuffarne la provenienza delittuosa.

Grazie alla specifica competenza nel settore, gli uomini della squadra investigativa – dopo da un esame del veicolo – hanno capitoche il telaio era contraffatto. A bordo, sono stati rinvenuti documenti di circolazione falsi al fine di ostacolarne l’identificazione.

Il conducente è stato posto in stato di fermo per i reati di riciclaggio e ricettazione e accompagnato presso la casa circondariale di Marassi a disposizione dell’autorità giudiziaria. E adesso, non so se e quanto rimarrà in gattabuia. Ma questo è discorso diverso e assai più complicato…

di Ezio Notte @ 00:00


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.