OmniAuto.it

6 gennaio 2012

Le Befana vien di notte con le deroghe disabili dell’Area C tutte rotte

Pass disabili: un guaio

C’è un comunicato del Comune di Milano fresco fresco. Riguarda l’Area C (il pedaggio medievale) e le esenzioni e le deroghe per le persone con disabilità. In sostanza, vi si dice che dal 16 gennaio (quando il balzello medievale diverrà realtà) i veicoli con contrassegno invalidi e gli autoveicoli per trasporti specifici muniti permanentemente delle attrezzature speciali utili al trasporto di persone con disabilità motorie non saranno soggetti ad alcuna tariffa. E fin qui, tutto fila liscio.

Poi il Comune dice: è importante che le associazioni delle persone con disabilità e gli operatori che gestiscono i servizi destinati alle famiglie e alle persone disabili contribuiscano in questi giorni alla diffusione corretta delle notizie relative al diritto alla circolazione e alla sosta, anche all’interno dell’Area C.

A prendere in mano il tutto è Franco Bomprezzi, consulente sulle Politiche per la disabilità del Comune di Milano. Uomo coraggioso che stimo moltissimo, anche per le battaglie che porta avanti.

Ancora Bomprezzi: “Mi preme, però, sottolineare l’importanza di un uso corretto del contrassegno e delle autorizzazioni, che parte dall’utilizzo in buonafede del permesso, qualora serva per raggiungere la persona con disabilità, e che deve essere soprattutto legato all’effettiva presenza a bordo del titolare”. E qui casca l’asino. Se il signor X è disabile, entra nell’Area C col pass. Ma se il signor X è già nell’Area C, e il signor Y (non disabile), dotato regolarmente di pass del signor X, entra nell’Area C in auto per andare a prendere il signor X, come la mettiamo?

La mettiamo che il signor Y è in regola. E sfido chiunque a multarlo. Se no pi ci vediamo in Tribunale. La Costituzione stabilisce il diritto alla mobilità, per tutti. Però il Comune non può dirlo nei comunicati. Perché? Semplice: perché la “furbata” schifosa, zozza e volgare è quella da anni: il signor Z (non disabile) entra nell’area C, non viene multato, non paga l’Area C. Come non pagava l’Ecopass.

I pass disabili sono il nervo scoperto dell’Area C. Fanno finta di non vederlo. Non lo nominano. Lo esorcizzano. Ma è lì, sotto gli occhi di tutti.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.