OmniAuto.it

12 luglio 2011

Le quattro frecce? Proprio non esistono

Hazard!

È uso comune parlare di quattro frecce. Ma si sbaglia. Le frecce sono sei. Si fa riferimento solo a quattro frecce perché le due frecce piccoline laterali non vengono conteggiate. Inoltre, si usano per parcheggiare: errore, va usata solo la freccia.

Si deve parlare di lampeggio d’emergenza o di luci d’emergenza (in italiano) o di Hazard (in inglese). Più precisamente: Hazard Warning Flasher Emulation. Ossia luci di emergenza lampeggianti.

Le luci d’emergenza – lo dice la definizione – servono solo per avvertire altri di possibili problemi o pericoli: vanno usati in caso di colonne improvvise di veicoli, quando procediamo, per avaria, troppo lentamente, quando siamo costretti a una sosta d’emergenza (per avaria o malessere) in posizione pericolosa e durante il tempo di mettere o togliere il triangolo.

L’articolo 151, comma 1, lettera f) del Codice della strada definisce la segnalazione luminosa di pericolo: funzionamento simultaneo di tutti gli indicatori luminosi di direzione. Per l’uso improprio, sanzione per la sosta in doppia fila (euro 39, articolo 158 commi 2 e 6), più quella per aver simulato un pericolo inesistente: 39 euro e un punto-patente (articolo 153, commi 7 e 11). Questo dice la teoria. Ma in realtà non accade mai che si venga sanzionati per quell’infrazione. Gli Enti locali pensano solo agli autovelox.

foto flickr.com/photos/jasleen_kaur

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.