OmniAuto.it

7 gennaio 2011

L’Isvap e i tempi del risarcimento più brevi. Di sei giorni…

Pochi, luridi, ma subito: soldi

Dice l’Isvap (vigila sulle Assicurazioni), riferendosi alla sentenza della Corte costituzionale la quale ha stabilito che l’indennizzo diretto è facoltativo: “L’Autorità ritiene necessario un intervento normativo che fughi tali incertezze. Ciò al fine di garantire il corretto funzionamento di un sistema che riguarda circa l’80% dei sinistri Rc auto e che sta contribuendo in maniera significativa alla costante riduzione dei tempi medi di liquidazione dei sinistri, scesi da 55 a 49 giorni tra il 2007, anno di avvio della nuova procedura, e il 2009”.

Veramente, di quei sei giorni in meno non frega niente a nessuno. Sarebbe meglio sei giorni in più, ma con un risarcimento equo. Adesso, purtroppo, l’automobilista è così spaventato dal contenzioso contro la propria Assicurazione (un paradosso normativo distrutto dalla Corte costituziinale) da prendere subito quel poco che la Compagnia offre. Ecco perché i tempi si accorciano…

di Ezio Notte @ 17:10


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.