OmniAuto.it

31 agosto 2010

Ma guarda un po’ cosa ci tocca fare: difendere le minicar

Micro bufalotti

Non sopportiamo le minicar, i quadricicli leggeri: noi di Automobilista.it li troviamo pericolosi. Però la più recente bufala sulle microcar c’impone di difenderle. Incredibile: è la seconda volta.

Poche ore fa, una minicar si ribalta in centro, a Milano. I mass media sparano: colpa del vento, che l’ha fatta ribaltare. E poi: le microcar sono senza sistemi di sicurezza elettronici, non va bene; impossibile circolare con quei robi.

Allora, punto primo: non è stato il vento. Una bufala. È stata urtata da una Pantera della Polizia. Secondo: per anni, abbiamo guidato auto senza elettronica. Viaggi infiniti e sicuri e comodi in macchinine da Bolzano a Reggio Calabria. Senza Abs, Esp né altre mille sigle. Meno incidenti, meno feriti e morti sulle strade. Com’è che solo le microcar sono insicure per quel motivo? Terzo: se la persona della minicar fosse stata urtata a bordo di un motorino, forse ora racconterebbe la sua storia dall’aldilà o, peggio, su un sedia a rotelle.

In definitiva, troviamo le microcar pericolose. Non per la mancanza di elettronica, ma perché non serve una vera patente per guidarle: questo è assurdo. Occorrerebbe un bell’esame di minicar. Tuttavia, non serve demonizzarle con bufale o con argomentazioni campate per aria.

foto flickr.com/photos/jamiedfw

di Ezio Notte @ 22:04


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.