OmniAuto.it

5 ottobre 2010

Ma nel 2010 un automobilista può morire in un sottopasso?

Acqua assassina

Una morte atroce: tre donne cinesi, due sorelle e la figlia di una di loro, sono morte a Prato, intrappolate nel sottopasso ferroviario allagato, prigioniere nell’auto sulla quale viaggiavano. I cadaveri sono stati recuperati dai sommozzatori dei Vigili del fuoco.

Noi di Automobilista.it ci chiediamo: c’è qualche responsabilità da parte di qualcuno? Come spesso capita in Italia, qui si parlerà solo di disgrazia dovuta al maltempo killer. Ci sarà pure un individuo cui chiedere spiegazioni. Certo, non siamo di fronte a due gocce d’acqua che paralizzano una città (sì, nel nostro Paese è così); ma il sottopasso era sicuro? Non c’è da aprire un’inchiesta?

Noi di sottopassi pericolosi ne sapremmo indicare a bizzeffe in Italia. Gli amministratori lo sanno?

Ho girato in lungo e in largo il Web a caccia di sottopassi assassini in altri Paesi europei, trovando pochino. Da noi se scrivi sottopasso allagato viene fuori un numero elevatissimo di risultati. Paura.

Non è questione di scrivere articoli forcaioli, ma serve chiarezza. Abbiamo un timore: mancano i soldi e in generale la manutenzione delle strade va a farsi benedire. Stavolta è toccato a tre cinesi; la prossima potrebbe essere il turno di uno di noi.

foto flickr.com/photos/pfly

di Ezio Notte @ 21:56


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.