OmniAuto.it

3 maggio 2012

Ma quanto deve pagare un padre di famiglia per la patente del figlio?!

Il ragazzo ha le sue esigenze...

Prima c’era solo un costo per consentire al figlio 18enne di prendere la patente: quello dell’autoscuola quando il ragazzo compiva 18 anni. Già una mazzata: facciamo 500-700 euro. Ora, c’è anche la Guida Accompagnata per il 17enne con la patente A1 per che intende esercitarsi in auto prima dei 18: sui 400-500 euro. Infine, ecco un Decreto che introduce le ore di guida obbligatorie col Foglio Rosa quando si è maggiorenni: un altro esborso in più. Alè, il totale cresce: prezzi oscillanti da 900 a 1.400 euro per il giovane; a seconda della zona d’Italia, gl’importi variano molto.

Non è colpa dell’autoscuola: l’istruttore si paga per le ore notturne di guida a 17 anni o a 18 anni. Magari, un piccolo risparmio c’è se il 17enne con la Guida Accompagnata, finito il corso, è rapido a iscriversi per avere il Foglio Rosa: alcune ore di pratica non dovrà ripeterle.

Al di là della macchina, dei costi annessi e connessi (bollo, Rca, carburante eccetera), è la patente B a richiedere fior di quattrini. Il padre di famiglia è indotto a spese folli pur di far imparare il ragazzo a guidare in sicurezza. Non lo trovo giusto: la sicurezza stradale equivale a un importante impegno economico. Invece, dovrebbe essere del tutto gratuita.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.