OmniAuto.it

21 dicembre 2012

Metti catene da neve, togli catene da neve; metti catene, togli catene…

Metti cera, togli cera

È un’Italia spettacolo quella che si staglia di fronte all’osservatore esterno, per esempio un tedesco che sta opportunamente riflettendo se darci un calcio nel sedere, a noi e ai nostri politici che ci meritiamo, per estrometterci dall’Europa e sbatterci in Africa centrale. Prendiamo la sicurezza stradale, le catene da neve.

1) I politici, due anni fa, decidono che i gestori delle strade possono imporre l’obbligo di gomme montate o catene da neve a bordo. Ma il Regolamento del Codice della strada prevede una cosa del genere? No. Infatti, non c’è un cartello. Il ministero dei Trasporti se lo inventa in tutta fretta, dall’oggi al domani. E c’è una multa prevista dal Codice della strada? No. Il gestore spara 80 euro, equiparando la multa a quella di altri obblighi.

2) Problema: se uno sbatte le fottute catene della nonna nel baule, è in regola. E nessuno lo beccherà mai. Per non parlare del puttanaio di ordinanze a macchia di leopardo in Italia: Provincia che vai, regola che trovi. Un inferno costruito con diabolica sapienza dai politici italiani.

3) Arriva il Senato e dice: se il gestore vuole, in previsione di nevicate forti, obbligo di gomme invernali. Addio catene da neve. Chi non ha le gomme? Si spara. O spende un pacco di quattrini per comprarle.

4) Arriva il Parlamento e dice: no, si scherzava, ma quale obbligo di gomme. Evviva le catene.

E allora, come nel mitico film Karate Kid, col vecchio maestro che dice al ragazzo “Metti cera, togli cera“, ecco che i politici esortano l’automobilista italiano: “Metti catene, togli catene”…

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.