OmniAuto.it

9 luglio 2017

Milano: la sera in auto in piazza Tirana, inferno

 

Milano, piazza Tirana di notte col caldo: paura

Milano, piazza Tirana di notte col caldo: paura

Abbiamo visitato, di giorno e di notte, diverse città del mondo, in auto. Negli ultimi mesi, abbiamo circolato per le metropoli di mezza Europa, ma anche dell’Estremo Oriente, degli Usa, del Sud America. Volendo fare un bilancio delle aree più pericolose per la sicurezza stradale, Milano è fra i primi posti. A nostro giudizio, diviene leader incontrastata nella classifica se si analizza una zona: piazza Tirana e dintorni. Siamo a Giambellino (sud ovest rispetto al Duomo): degrado e paura. Peggio ancora se si viaggia in auto la sera o la notte. Per non parlare di quanto accade d’estate, quando il caldo, l’afa, l’alcol e le droghe (e le sigarette, a decine in un giorno) hanno cotto per bene certe persone. Soprattutto quelli stranieri: perlopiù, a guidare in maniera imprudente sono i nordafricani e i rom in quella zona di notte. Niente distanza di sicurezza, manovre pericolose, vetture che sbandano. Ci sarebbe da verificare parecchio in materia di revisione obbligatoria dell’auto e presenza di assicurazione Rca. Ma sarebbe sufficiente controllare il livello di alcol e droga nelle vene dei guidatori.

Ecco perché i due colpi di cacciavite al cuore in piazza Tirana, a Milano, rifilati a un povero 18enne di origini egiziane (del tutto innocente) morto nell’occasione, non ci stupiscono. Il fatto è accaduto nella notte fra sabato 8 e domenica 9 luglio, dopo che la temperatura ha sforato i 40 gradi, con un tasso di umidità tremendo. L’assassino è un marocchino di 52 anni. Pregiudicato. Con una lista di precedenti lunga quanto il Pirellone. La vittima gli aveva semplicemente detto: “Non fumare qui, il fumo dà fastidio ai bimbi”.

Cosa possono fare le Forze dell’ordine per migliorare la sicurezza stradale (e la sicurezza in generale) in quella zona? Zero. Non hanno mezzi. Servirebbe l’esercito. Prova ne sia che, quando sono arrivati gli agenti, c’è stata una decisissima opposizione di una sessantina di immigrati contro l’intervento delle autorità. Sono dovute intervenire addirittura 10 pattuglie tra Carabinieri e Poliziotti, ai quali va tutta la nostra ammirazione. E cosa hanno fatto gli stranieri che hanno in mano (sì, è così, un controllo totale del territorio) piazza Tirana a Milano? Hanno tentato di impedire sia i soccorsi della vittima sia le successive indagini per arrestare il colpevole. Così come, quando c’è un qualsiasi controllo sulle auto, la situazione diviene subito incandescente.

La situazione è del tutto fuori controllo in diverse aree di Milano, specie la sera e la notte, in fatto di sicurezza stradale: circolare in auto è pericolosissimo, ancor di più discutere per questioni di viabilità, anche perché da una banalissima osservazione può uscire una coltellata o, come in questo caso, una “cacciavitata” al cuore.

La raccomandazione, per gli automobilisti, è di evitare assolutamente la zona Giambellino e Lorenteggio la sera e la notte in macchina. Cercando anche di stare alla larga dalla Stazione Centrale. Malissimo anche viale Padova e dintorni, a partire da piazzale Loreto. Questa è Milano, oggi. Occorre farsene una ragione, in particolare se si hanno figli giovani che vogliono uscire la sera in auto: massima cautela.

di Ezio Notte @ 13:03


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.