OmniAuto.it

7 febbraio 2011

Milano muore di smog: la difesa di De Corato, politico coi controfiocchi

Grandioso De Corato

Il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, è un super politico. Imbattibile. Impermeabile. Inespugnabile.

Milano muore di smog. L’Ecopass è un cadavere che cammina. Le limitazioni alla circolazione fanno il solletico. Il blocco totale del traffico, ossia le due domeniche a piedi con relativi disagi per chi ha la macchina, hanno portato a un grandioso risultato: polveri sottili tre volte oltre il limite. Evviva evviva festeggiamo.

Ma De Corato si dimostra un mega politico. Sentite qui. E, se volete fare i politici da grandi, imparate.

1) “Più che una cappa di smog, su Milano c’è una cappa di strumentale allarmismo. Basti dire che nel 2010, secondo la classifica Mal’aria di Legambiente, ci sono state ben 48 città capoluogo in Italia che non hanno rispettato il limite massimo dei 35 giorni di sforamento in un anno”.

2) “Torino (134 sforamenti, ben 47 in più di Milano) è la città più inquinata d’Italia, mentre Napoli ha 95 giorni di sforamento. Ma siccome sono governate da giunte di centrosinistra è scesa una cappa di silenzio”.

3) Per l’eccesso di smog, “la multa dell’Unione europea non la paga Milano, ma l’Italia”.

di Ezio Notte @ 22:08


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.