OmniAuto.it

8 dicembre 2011

Milano sola soletta nella sua lotta scema allo smog

Condivisione flop

Alla faccia della condivisione. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia voleva più blocchi del traffico possibile nell’hinterland milanese. Allora s’è seduto al tavolo della Provincia coi sindaci, a Palazzo Isimbardi. Risultato nessuno dei 44 Comuni presenti all’incontro ha aderito al blocco milanese.

Figuraccia colossale di Milano. La verità che è quel blocco del traffico è una roba scema, che non serve a nulla. Le polveri sottili restano nell’aria. Se non piove, siam fregati.

Ma a Pisapia va bene così. Ha firmato l’ordinanza contenente le misure decise dalla Giunta per contrastare gli alti livelli raggiunti dalle polveri sottili nell’aria. Venerdì 9 e sabato 10 dicembre è stato disposto il blocco totale dei veicoli, dalle 10 alle 18, con la sola eccezione dei veicoli elettrici. Ferme anche le motociclette. Da domani e fino a venerdì 23 dicembre proseguirà invece lo stop dei diesel Euro 3, tutti i giorni (compresi i festivi) dalle 10 alle 18.

Purtroppo sotto la Madonnina si muore intossicati. Da 23 giorni le centraline di Milano hanno registrato concentrazioni di Pm10 superiori alla soglia di attenzione per la salute fissata dalla Ue in 50 microgrammi per metro cubo. C’è stato il picco di 147 ìg/m³ sabato 3 dicembre al Verziere.

Le cose peggioreranno. Questo il sindaco lo sa. Lo sanno pure i Verdi che hanno un orgasmo quando sentono la parola blocco del traffico. Senza misure serie, organiche e strutturali, Milano creperà di smog.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.