OmniAuto.it

25 agosto 2010

Ministro Matteoli, scusi, quali sono i frutti?

Sicurezza stradale: una salita ripidissima

Ha detto il ministro dei Trasporti Altero Matteoli, al convegno “Viaggiare sicuri: la vita è una cosa meravigliosa”, organizzato dalla Fondazione Ania per la sicurezza stradale presso il Meeting di Rimini: “Ringrazio particolarmente la Fondazione Ania, con la quale il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha sottoscritto un protocollo d’intesa sulla guida sicura, per l’importante e proficua collaborazione in tema di sicurezza stradale. Abbiamo approvato una vasta riforma del Codice della strada che sta dando i suoi frutti, ma è necessario riscoprire il valore della famiglia e incentivare la collaborazione pubblico-privato se vogliamo davvero fronteggiare l’emergenza dovuta all’incidentalità sulle nostre strade. Credo che si sia avviato un percorso concreto, dobbiamo andare avanti con questa sinergia e i risultati continueranno ad arrivare”.

Parole sante, indubbiamente condivisibili. Ma, a parte che il nuovo Codice della strada è stato vergognosamente rimandato di continuo, per poi essere approvato solo a fine luglio 2010, anziché a Pasqua 2009, noi di Automobilista.it vorremmo sapere quali sono i frutti delle nuove regole. Si possono avere frutti in 20 giorni di legge? Mah…

di Ezio Notte @ 01:05


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.