OmniAuto.it

28 settembre 2010

Misteri d’Italia

Italia misteriosa

Via Ansa: “Era uscito dal carcere, dove scontava l’ergastolo, perché era stata documentata una paralisi totale alle gambe, ma a casa faceva balli di gruppo.

“E guidava l’auto senza nessun ausilio particolare, tanto che era incappato in un controllo stradale che ha svelato la situazione. È la vicenda di un detenuto legato alla criminalità organizzata, S.B., morto qualche mese fa a 42 anni.

“Era stato seguito da una struttura riabilitativa privata del bolognese, zona dove si era straferito. La Procura di Bologna vuole capire come sono stati redatti i certificati medici”.

Vorremmo saperlo anche noi. La storia di ciechi e paralitci che guidano l’auto è una delle più odiose del nostro Paese. Non trovate?

foto flickr.com/photos/o5com

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.