OmniAuto.it

7 ottobre 2011

Misteriosamente Tutor

Di Tutor, di più

Il Tutor è un aggeggio sempre più misterioso. Fa così paura parlarne male, che qualche mass media potente sguinzaglia le penne più importanti per difenderlo a spada tratta.

Giacché mi seguite sempre più numerosi, magari qualcuno di voi mi saprà dire qualcosa sul Tutor delle Autovie venete. Usano le spire sotto l’asfalto? O sensori sul portale? In questo secondo caso, hanno di sicuro estensioni di omologazione per cambio di sensore.

Dal loro sito: “I dati acquisiti automaticamente dai sensori e dalle telecamere installati sui portali, vengono inviati in tempo reale ad un sistema centrale della Polizia Stradale, che effettua l’elaborazione e calcola la velocità media di ogni veicolo, ossia il rapporto tra spazio percorso e tempo impiegato per percorrerlo. Se un veicolo ha violato la velocità media il sistema registra in automatico i dati, e le violazioni (con una tolleranza pari al 5%) vengono poi accertate dalla Polizia Stradale che provvede alla compilazione e stampa del verbale”.

di Ezio Notte @ 13:04


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.