OmniAuto.it

3 dicembre 2017

Mobileye sulla flotta italiana di Bayer: per la sicurezza stradale

 

Mobileye, il futuro

Mobileye, il futuro

Prendi Bayer: un’azienda globale operante in settori come salute e agricoltura. Ci aggiungi  Mobileye, recentemente acquistata dal colosso americano Intel per 15,3 miliardi di dollari, forte di una presenza nel 70% delle Case automobilistiche con i suoi sistemi anticollisione. Ed ecco che cosa nasce dal cocktail: Bayer, che opera in Italia con una flotta di oltre 1.200 veicoli, ha scelto i sistemi anticollisione ADAS Mobileye Serie 6 per garantire maggiore sicurezza alla guida dei propri dipendenti assegnatari di auto aziendali. Mobileye è uno dei protagonisti delle tecnologie per la sicurezza attiva dei veicoli nonché di guida autonoma. La società dal 2009 è presente in Italia con un suo distributore FleetCompare, che ha supportato Bayer nel percorso che la posiziona sulla frontiera tecnologica più avanzata in tema di “Safety” della “Car Policy” aziendale.

Gli ADAS sono dispositivi montati a bordo di autovetture, veicoli commerciali o camion allo scopo di migliorare il comportamento di guida e di conseguenza la sicurezza stradale. Si differenziano dalla “scatola nera” telematica o sistemi di geolocalizzazione perché prevengono le cause di incidente prima che queste si possano verificare. Attraverso allarmi acustici e visivi, allertano il guidatore di un pericolo imminente dandogli il tempo di reagire prontamente per evitare una collisione con altri veicoli, ciclisti e pedoni. Fleet Compare, in collaborazione con Mobileye, ha avviato da qualche anno in Italia un’attività di sensibilizzazione verso flotte di veicoli in aziende, autonoleggi, enti e istituzioni pubbliche e private, attività che ha trovato il favore di Bayer particolarmente sensibile al tema della sicurezza stradale.

Alcuni Costruttori di auto hanno cominciato a montare i sistemi anticollisione sui propri veicoli, ma spesso le funzioni offerte non sono di serie, oppure sono parziali o disattivabili a scelta del guidatore. Bayer vuole garantire a tutti i dipendenti assegnatari di vettura aziendale, pur nella scelta di modelli di auto diverse, gli stessi standard di sicurezza e per questo doterà tutte le vetture assegnate dal 2018 dei sistemi Mobileye Serie 6 che offrono fino a 6 funzioni di sicurezza attiva.

Diverse le funzionalità di cui potranno disporre tutti i driver di veicoli aziendali assegnati da Bayer. Anzitutto, si potrà monitorare la distanza di sicurezza (avviso di collisione imminente). Un avviso acustico e visuale avvisa il guidatore fino a 2,7 secondi in anticipo rispetto ad una collisione imminente. Il monitoraggio della distanza di sicurezza, incluso lo scenario urbano, aggancia il veicolo che precede a 2,5 secondi di distanza e calcola costantemente ogni variazione. Secondo: sarà possibile avvisare in caso di superamento involontario della corsia (avviso attivo oltre i 65 km/h). Un avviso acustico e visuale avvisa il guidatore del superamento involontario (senza attivare gli indicatori di direzione) della corsia di marcia. Molto utile per stanchezza e colpi di sonno. Terzo: scatterà l’allerta di collisione imminente con pedoni, biciclette e moto (avviso attivo fino ai 50 km/h). Un avviso acustico e visuale avvisa il guidatore di una possibile collisione con un pedone (o bicicletta, moto) nell’arco di 30 metri. Senza contare l’indicatore del limite di velocità e la lettura dei cartelli stradali.

A tal proposito, abbiamo sentito Michele Palumbo, Supply Chain Manager di Bayer: “Oggi la tecnologia ci permette di raggiungere traguardi impensabili anche solo qualche anno fa. Noi siamo convinti che la scienza possa migliorare la vita delle persone . È la nostra missione. Siamo stati la prima azienda in Italia ad inserire Tesla nel parco auto e pertanto abbiamo esplorato con largo anticipo le grandi opportunità che offre la guida autonoma e la mobilità sostenibile. Ma abbiamo fatto anche di più, decidendo di estendere i sistemi ADAS a tutti i veicoli che assegneremo a partire dal 2018”. Gli fa eco Alessandro Finicelli, General Manager di FleetCompare: “Il nostro lavoro è quello di aiutare le organizzazioni e le aziende a definire e implementare una propria policy sulla sicurezza stradale. Distribuiamo soluzioni tecnologiche israeliane all’avanguardia come Mobileye. Puntiamo alla certificazione ISO 39001 sulla sicurezza stradale e poi in futuro alle auto a guida autonoma di livello 4-5. Bayer da sempre attenta ai temi della sicurezza stradale con competenza e innovazione sta implementando azioni concrete per una guida ancora più sicura dei propri driver”.

Con evidenti benefici anche a livello assicurativo: meno incidenti significa meno costo a carico delle compagnie, e tariffe Rca meno care. Analogamente, il prezzo delle polizze accessorie calano: in particolare, le varie Kasko di livello minimo, medio o parziale.

 

di Ezio Notte @ 14:21


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento »

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Lascia un commento