OmniAuto.it

5 aprile 2010

Multa da Tutor e competenza territoriale: ecco cosa scriveremmo nel ricorso

Tutor, ma che bel labirinto!

Ricorso contro il Tutor, ma che bel labirinto!

Dicevamo qua che, per quanto riguarda le multe date dal Tutor, la questione competenza territoriale del Giudice di pace ci fa sentire puzza d’illegittimità della sanzione; e davamo una dritta per fare un ricorso vincente. Ecco qualche altro consiglio, ossia cosa scrivere nella lettera del ricorso. Con l’aiuto di Luigi Bechi (grande ricercatore di sentenze su Internet, nonché collaboratore di diverse testate), abbiamo raccolto una serie di sentenze tali che possiamo con tranquillità sostenere quanto segue.

a) La velocità è stata calcolata con estrema certezza: l’eventuale Giudice di pace competente da adire ai fini della disamina di un eventuale ricorso in opposizione a sanzione amministrativa sarebbe quello della città di “X”. È quanto scritto sul verbale. Ma come affermarlo con certezza? Viene omesso di specificare, sul verbale, attraverso quali Comuni sia stata effettuata la velocità aritmetica e di converso attraverso quali Giudici di pace competenti lo scrivente sia transitato.

b) Come potrà tranquillamente essere provato in corso di causa, nella parte iniziale del rilevamento la competenza territoriale ai fini della disamina di un eventuale ricorso in opposizione spetta al Giudice di pace della città di “Y”, anche se l’atto notificato precisa solo la competenza relativa al tratto terminale oggetto del riscontrato rilevamento corrispondente con il Comune di “X” e la cui competenza territoriale coincide appunto con il Giudice di pace di “X”.

c) Deve essere adito esclusivamente il Giudice di pace competente per il territorio del luogo in cui è stata commessa la violazione: già, ma in quale Comune l’eccesso di velocità si è verificato?

d) La misurazione della velocità media è importante solo ai fini della determinazione dell’osservanza dei limiti di velocità, e non per l’individuazione del luogo in cui è stata commessa l’infrazione. Quindi, il punto finale di rilevamento della velocità media non può evidentemente coincidere con il luogo della commessa infrazione.

foto flickr.com/photos/giopuo

di Ezio Notte @ 15:59


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] un valido motivo per fare ricorso contro il Tutor: la presenza, all’interno della tratta interessata al controllo, di uno svincolo tale da […]

    Pingback by Ricorso contro una multa da Tutor: siamo sicuri che il SICVe tratti tutti allo stesso modo in autostrada? | Automobilista.it — 8 aprile 2010 @ 22:30

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.