OmniAuto.it

29 aprile 2011

Multe a rate: e perché non posso fare ricorso?

Rate: solo per multe da 200 euro

Poche ore fa, è arrivata una circolare del ministero dell’Interno importante: puoi pagare le multe a rate se hai un reddito bassissimo. Purché la sanzione sia di minimo 200 euro. Se si tratta di 5.000 euro, fai 60 rate. Devi effettuare domanda scritta al ministero, che poi decide il da farsi.

Qui non ne faccio un discorso di convenienza economica, ma solo di principio. Chi chiede la rateizzazione perde il diritto a fare ricorso al Giudice di pace o al Prefetto contro la multa. Ecco, io questo non lo digerisco. Non mi va di rinunciare a un diritto così importante.

Se ho diritto alla rateizzazione perché indigente, non mi va di perdere il diritto di oppormi alla multa. Piuttosto, faccio ricorso se la multa è illegittima.

Non mi va di fare assist vincenti ai Comuni. Niente ricorso se rateizzi la multa. Mi sembra che già la tassa di 33 euro sul ricorso basti e avanzi a fare incassare soldi: i ricorsi si sono dimezzati in un anno e mezzo. Così i Comuni incassano.

di Ezio Notte @ 21:58


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.