OmniAuto.it

24 novembre 2009

Multe: automobilisti indebitati a vita

Automobilisti tartassati dai verbali

Automobilisti tartassati dai verbali

In base al Codice della strada, le multe rincarano ogni biennio in rapporto all’inflazione. Invece, gli stipendi restano tali e quali. Anzi, in Italia aumentano disoccupati e cassintegrati. Risultato, la multa diventa un fardello sempre più insopportabile per chi guida.

Ve ne forniamo due prove.

a) Nel Disegno di legge sulla sicurezza stradale, in discussione al Senato, si vuole dare la possibilità agli automobilisti di pagare le multe a rate. Segno che sono in tanti a essere ridotti così male da non avere neppure i soldi per versare una sanzione. Si chiama crisi economica, che non consente all’italiano medio di superare la terza settimana del mese.

b) Adesso arriva la proposta dal Comune di Pizzighettone (Cremona, Lombardia): pagamenti rateali per le multe da autovelox. Le persone meno abbienti potranno saldare il debito a rate, se si tratta di contravvenzioni prese per eccesso di velocità. Dal 30 novembre, il provvedimento riguarderà chi guadagna meno di 15.000 euro l’anno.

Sono due iniziative lodevoli? Mah… ci permettiamo di avere qualche dubbio.

a) Iniziamo dalla possibile Legge nazionale. Tanto varrebbe, anziché rateizzare le multe, di abbassarne gradualmente l’importo. In passato, ci sono stati 60 Decreti che hanno cambiato il Codice della strada; un Decreto in più non sarebbe un dramma, e verrebbe incontro alle esigenze delle famiglie italiane.

b) Per quanto riguarda il singolo caso locale, tenete presente che alla Polizia municipale di Pizzighettone stanno arrivando le proteste per i verbali da autovelox: i controlli avvengono lungo la Strada provinciale Codognese, che collega Cremona con Pavia sul territorio comunale. Sono in molti a reputare il limite troppo basso e comunque l’occhio elettronico del Grande Fratello troppo pervasivo. Per pesare meno sulle tasche dei cittadini, basterebbe non tenere accesso l’autovelox 24 ore su 24, o essere più clementi alzando il limite di velocità. E invece no: multe a rate. Tanto prima o poi i soldi arrivano… e chi non paga entro un certo termine non sfugge alla tagliola del raddoppio dell’ammenda.

E a voi piace l’idea delle multe a rate?

foto flickr.com/photos/poolie

di Ezio Notte @ 23:31


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.