OmniAuto.it

7 ottobre 2011

Multe europee: la bufala del “pagheranno tutti”. I turisti tedeschi continueranno a fottersene

Stop alle bufale!

C’è fermento sul Web: dicono che gli stranieri in visita in altri Paesi pagheranno le multe. Per intenderci, il tedesco che viene qui in Italia ad agosto e si becca sette multe per eccesso di velocità, oggi non paga; domani sì. Motivo: il Consiglio dell’Unione europea ha approvato la direttiva sull’applicazione transfrontaliera delle multe. È vero, tutto questo?

Di vero, c’è solo che il Consiglio dell’Unione europea ha approvato la direttiva sull’applicazione transfrontaliera delle multe. Il che, però, significa poco o nulla.

1) Tanto per cominciare gli Stati membri avranno 24 mesi di tempo per recepire la direttiva. Campa cavallo.

2) La direttiva si applicherà solo alle otto più gravi, come l’eccesso di velocità.

3) Il tedesco che torna a Berlino e se ne fotte di tutte le multe provenienti dall’Italia, continuerà a farlo. Non c’è una multa per chi non paga la multa. Questa seconda sanzione, al massimo, verrà determinata da un’altra direttiva. Che non si sa quando arriverà. Facciamo in tempo a morire tutti cinque volte.

4) Sì, ogni Stato dell’Unione accederà ai registri degli altri Paesi relativamente ai dati dei veicoli e degli intestatari. E allora? Qual è il potere coercitivo dello Stato (italiano) contro i beni di un cittadino tedesco che non paga la multa? Zero.

Mi spiace. Tutto è come e peggio di prima. Questa la verità. Se invece volete notizie false e politicamente corrette, leggete pure i mass media tradizionali, e non venite più a trovarmi su questo blog.

ezio.notte at omniauto.it

di Ezio Notte @ 12:48


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.