OmniAuto.it

5 agosto 2013

Multe: sconto del 30%. Se il verbale è viziato, tu fai ricorso e vinci

Becca l'erroraccio e colpisci senza pietà

C’è il Codice della strada che devi rispettare. E ci sono le leggi che i Comuni devono rispettare. Idem altri vampirelli che vogliono succhiarti i soldi con le multe. In quell’inferno di regola chiamata “sconto del 30% sulle multe pagate entro 5 giorni”, ci sono procedure che gli enti accertatori devono rispettare. Se non lo fanno, è un pesantissimo vizio di forma: fai ricorso al Giudice di pace, e vinci. Vediamo cosa può succedere se questa norma diverrà realtà: ora è un emendamento al decreto “del fare”.

Nei preavvisi (quelli lasciati sul parabrezza) e nei verbali veri e propri (quelli che il poliziotto ti dà in mano o che ti notificano a casa) deve, ripeto deve, perché questo è un obbligo, perché tu hai il diritto a essre informato come cittadino, deve assolutamente esserci scritto grosso modo questo: la somma da pagare è ridotta del 30% se il pagamento venga effettuato entro 5 giorni dalla data di contestazione o notifica. Quindi, hai diritto a pagare tot X anziché tot Y.

E deve esserci scritto questo. In alternativa, sconto del 30% se il trasgressore non sia incorso, per un periodo di due anni, in violazioni di norme di comportamento del Codice della strada da cui derivino decurtazioni del punteggio della patente.

Inoltre, troverai questo: niente sconto del 30% se è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo o la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida.

Infine, se il trasgressore ha effettuato il pagamento con la riduzione del 30% pur non avendone diritto, l’importo non pagato sarà riscosso in seguito.

Se non trovi, scritte per benino, sul verbale tutte queste indicazioni, tu fai una bella cosa: ricorri al Giudice di pace. E vinci. Si chiama vizio di forma. I Comuni dovranno essere lestissimi ad adeguarsi. Ti ricordo, per darti una dritta, che molti Comuni (così veloci a piazzarti la telecamera sul collo per fare soldi con le contravvenzioni) ancora non hanno indicato sui verbali i tempi giusti per ricorrere: 30 giorni al Giudice di pace; 60 giorni al Prefetto. Sono rimasti alla vecchia regola: 60 giorni per tutti. Errore gravissimo: vizio di forma che implica l’immediato annullamento della multa. Vedi tu se avranno la prontezza di riflessi per indicare tutte le novità delle multe scontate del 30%. Aspetto, e rideremo assieme.

di Ezio Notte @ 00:00


3 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 3 Commenti

  1. Ciao,
    Non ho capito se questa legge è già in atto.
    Ho ricevuto oggi una notifica a casa e, una volta ritirata, sul verbale non ho trovato nessun possibile “sconto”.

    Buona giornata
    Marco

    Commento by Marco — 7 agosto 2013 @ 11:15

  2. ciao,
    io invece l’ho ricevuta il 6 una bella notifica a casa (multato a tradimento dai vigili per semaforo rosso, quando invece ero rimasto bloccato al centro di un incrocio per traffico e quindi, semmai, proprio per imperizia loro!!!).
    Logicamente non vi è traccia della nuova norma … quindi che fare???

    grazie.

    Commento by Marco57 — 7 agosto 2013 @ 14:20

  3. No. Non è legge. La novità della multa scontata è in un emendamento al decreto “del fare”. Manca poco…

    Commento by Ezio Notte — 7 agosto 2013 @ 15:22

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.