OmniAuto.it

26 dicembre 2010

Napoli, l’esercito contro i rifiuti. Ma voi allenatevi a fare lo slalom in auto fra i sacchetti dell’immondizia: nessuno paga per gli incidenti

Immondizia a Napoli: pericoli d'ogni sorta

Mentre la borghesia napoletana insiste nel dire che a Napoli si vive bene, che in fondo tutte le città hanno problemi e che da loro, nel loro quartierino (questo è razzismo all’interno della stessa città), l’immondizia non c’è, non accorgendosi dello stupro mentale che il capoluogo partenopeo subisce anche a causa delle fette di salame sugli occhi della maggioranza dei cittadini (specie quelli che non hanno problemi economici), ecco che l’esercito entra in azione. Contro la camorra? Non direttamente. Per pulire la città.

La montagna di spazzatura napoletana ha raggiunto le 1.500 tonnellate. I militari sono intervenuti con 12 mezzi, tra camion e pale meccaniche. Ci sono anche gli uomini della Sanità militare: topi, malattie e infezioni sono in agguato.

Sentite due membri della Società italiana d’igiene: “Serve un intervento immediato perché Napoli versa in una condizione grave a causa dei rifiuti per strada che rappresentano un grande disagio per i cittadini. I rischi connessi all’emergenza sono legati alla presenza di randagi, ratti, blatte e insetti. Questi ultimi sottolineano sono vettori di malattie infettive gastro-intestinali“.

Ma voi che circolate in auto a Napoli, dovete fare estrema attenzione: serve lo slalom tra l’immondizia. Che rende più caotico un traffico già a livelli vergognosi. E occhio anche ai pedoni, che scendono dai marciapiede, impraticabili.

Se fate un incidente d’auto, col cavolo che potrete dare la colpa a un Ente locale. Dovevate sapere dell’inferno napoletano, e quindi guidare con massima prudenza.

foto flickr.com/photos/editor

di Ezio Notte @ 12:52


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.