OmniAuto.it

26 dicembre 2010

Natale in Italia, strade insanguinate. E a fine anno si rischia di più: complimenti ai politici

Veglione di fine anno: cautela

Purtroppo, è stato facile profeta OmniAuto.it, che aveva evidenziato le statistiche degli incidenti nel periodo natalizio. Ma qui siamo a livelli intollerabili. A Natale, in Italia, una donna di origini marocchine è stata investita a Mantova il giorno della vigilia mentre spingeva il passeggino col suo figlioletto. Sulla strada statale che porta da Mezzolombardo a San Michele, in Trentino, scontro frontale: un ragazzo di 17 anni è morto e altri sette sono rimasti feriti, tra cui due giovani in gravi condizioni. Frontale in Abruzzo, due morti e altri due feriti nella galleria S. Silvestro della Variante Sud della Statale Adriatica. Due morti sulle autostrade Milano-Como e sull’Autolaghi. Schianto contro il guardrail a Settebagni, Roma: due morti. Nella capitale, un anziano è stato investito da un’auto, nel quartiere Portuense: morto. Il colpo di sonno ha sorpreso un cameriere a Lastra a Signa: schianto mortale contro un muro. A Torino, altro incidente mortale, dovuto al maltempo.

E ora, che succede a fine anno? In genere, di notte, c’è il divieto di vendere alcol nei locali. Ma questi divieti non si applicano alla vendita e alla somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche effettuate nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio. Lo dice la Legge 120/2010 arrivata quest’estate. Vivissimi complimenti ai nostri politici e felice 2011.

di Ezio Notte @ 13:11


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.