OmniAuto.it

13 marzo 2012

Non ci resta che piangere: mancata postalizzazione tagliandi CED

Non ci resta che ridere

Leggete questa Circolare insieme drammatica e comica.

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici

OGGETTO: mancata postalizzazione tagliandi CED

Come è noto a codesti Uffici, da qualche tempo l’erogazione del servizio di cd.
“postalizzazione” dei tagliandi relativi al rinnovo di validità della patente di guida, all’annotazione
 sulla stessa dell’avvenuto cambio di residenza, nonché di comunicazione dell’avvenuta 
decurtazione di punteggio, è sospeso a causa dell’indisponibilità delle necessarie risorse finanziarie.
 Sono altresì noti i disagi che ciò arreca all’utenza, che legittimamente reclama l’erogazione
di un servizio che questa Amministrazione – per causa di forza maggiore e fino all’assegnazione di
nuove risorse – non è allo stato in grado di corrispondere.
 Tanto premesso, ed al fine di predisporre ogni forma di collaborazione possibile per
contenere il predetto disagio,

SI DISPONE QUANTO SEGUE

1) COMUNICAZIONE DI VARIAZIONE DEL PUNTEGGIO

Con riferimento all’impossibilità di spedire presso l’indirizzo di residenza del titolare
della patente di guida la comunicazione di variazione del punteggio sulla stessa – in
temporanea deroga a quanto disposto dall’articolo 6, comma 1, del dm 29 luglio 2003,
recante “Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida”, (G.U. 6 agosto
2003, n. 181), come modificato dal dm 30 marzo 2006 (G.U. 3 maggio 2006, n. 101), e fino a
nuova disposizione di questa Direzione generale – l’iscrizione ad un dei predetti corsi sarà
consentita a mezzo dell’esibizione di una delle due seguenti documentazioni:

A) STAMPA DEL SALDO DEI PUNTI PRESENTI SULLA PATENTE DI GUIDA, ACQUISITO
 ATTRAVERSO L’ACCESSO AL SITO “IL PORTALE DELL’AUTOMOBILISTA” – A tal fine 
l’utente, esegue le seguenti operazioni, tutte gratuite:
· registrazione al sito www.ilportaledellautomobilista.it;
· inserimento della login e della password;
· selezione, in progressione, delle funzionalità “accesso ai servizi” – “verifica
punti patente” – “estratto conto”;
· stampa di quanto visualizzato.

B) STAMPA DEL SALDO DEI PUNTI PRESENTI SULLA PATENTE DI GUIDA, ACQUISITO
 ATTRAVERSO L’ACCESSO DA PARTE DI CODESTI UFFICI ALLA MASCHERA VECA – Tale
 modalità, che prevede ovviamente che l’utente acceda agli sportelli di codesti Uffici, non
comporta alcun onere a carico dello stesso.

2) RINNOVO DI VALIDITÀ DELLA PATENTE DI GUIDA ED ANNOTAZIONE CAMBIO DI
 RESIDENZA SULLA STESSA

Con riferimento a tali procedure, la prima delle quali ha particolare rilevanza in caso di
circolazione al di fuori del territorio nazionale, non esiste documentazione alternativa a quella
dell’emissione del rispettivo tagliando, che di fatto è emesso dal sistema informatico del CED
 ancorché non consegnato all’indirizzo di residenza del titolare della patente per le ragioni esposte in
premessa.
 Pertanto – qualora a giudizio dell’utente, sussistano ragioni di necessità e/o urgenza che non
gli consentano di attendere la consegna dei predetti tagliandi ma richiedano la regolarizzazione 
della patente di guida a mezzo dell’annotazione di quanto su indicato – non residua altra soluzione 
che procedere all’emissione di un duplicato di patente.
 Pertanto, a fronte di rituale richiesta, codesti Uffici – previo accesso al sistema informatico e
verifica la registrazione del dato relativo al rinnovo di validità ovvero all’ annotazione del cambio
di residenza – procederanno, con ogni sollecitudine possibile, all’emissione del duplicato richiest o
aggiornato all’esito delle predette registrazioni.
 Si specifica che, in tal caso, saranno dall’utente dovuti gli importi di diritti e tariffe previsti
 dalla legislazione vigente.

di Ezio Notte @ 00:25


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Oggi io e mia moglie ci siamo recati a una agenzia A.C.I per il rinnovo della patente e la gentilissima impiegata ci ha fatto leggere una circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti dove fa sapere che la postalizzazione dei tagliandi CED non verrà più fatta per mancanza di risorse finanziarie e se ci fossimo recati all’estero bisognava chiedere un duplicato della patente pagando la bella cifra di 47.00 euro se la richiedi con il rinnovo invece se fatto in un secondo momento 72.00euro ci siamo sentiti presi in giro.Ma io mi chiedo ma come è possibile che dobbiamo pagare sempre noi

    Commento by giuseppe castelli — 13 marzo 2012 @ 19:09

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.