OmniAuto.it

28 ottobre 2012

Nuova patente dal 19 gennaio 2013: l’Italia sfiora la multa

Via la residenza

Valerio Platia, esperto di Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici) mi segnala che, dal 19 gennaio 2013, verrà rilasciata la nuova patente (si chiamerà di “modello unionale” e non più di “modello comunitario”), a seguito della direttiva 2006/126/CE. Una delle novità è che la nuova patente non conterrà più l’indirizzo di residenza, fermo restando che ogni variazione (via, numero civico, località) va ugualmente comunicata (dall’interessato, tramite il nuovo comune di residenza) al CED della Motorizzazione (consultabile 24 ore su 24 dagli organi di polizia stradale); questo non provvederà più a inviare al conducente il tagliando adesivo da applicare sulla patente, in ossequio alle indicazioni della Unione europea che preclude la possibilità di apporre tagliandi adesivi sulla patente di guida formato card.

Occhio: proprio al fine di risolvere la procedura di infrazione, che riguarda  l’Italia (era a rischio multa da parte dell’Ue), relativa ai tagliandi di convalida della patente di guida, la Legge 120 del 2010 ha modificato le procedure di rinnovo di validità della patente prevedendo, a ogni rinnovo, l’emissione di un duplicato della medesima patente. Abbiamo comunque fatto una figuraccia. Quando si tratta di burocrazia auto, siamo maestri nel mondo.

di Ezio Notte @ 14:32


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.