OmniAuto.it

31 luglio 2010

Nuove opere infrastrutturali: investimenti fa rima con succulenti

Una cascata di denaro sull'asfalto

Via lestradedellinformazione. Dà molto gusto sapere che il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) abbia appena approvato investimenti pari a 2,1 miliardi di euro per nuove opere infrastrutturali e abbia reso operativi contributi già approvati per un importo di 3,1 miliardi di euro. Perché uno pensa subito: quanti soldi, che botta di denaro… Finiranno tutti nelle mani giuste quei quattrini?

Ma no, alla larga dai cattivi pensieri. “Il via libera del Cipe a 2,1 miliardi di euro di investimenti riprova – ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli – che il Governo considera l’infrastrutturazione del Paese come una priorità essenziale. Anche in questa occasione si conferma la decisiva collaborazione tra pubblico e privato che consente di realizzare numerose opere attese da tempo e che daranno un contributo importante alla crescita economica e alla salvaguardia occupazionale”.

Ora siamo più tranquilli. Anche perché il Cipe ha, infine, assegnato all’Anas 268 milioni di euro per i lavori di manutenzione della rete stradale e 292 milioni di euro alle Ferrovie dello Stato per i lavori di manutenzione della rete ferroviaria. E poi tanto denaro anche per Roma. “Il Cipe ha sbloccato i fondi che permetteranno di portare al Colosseo la metro C di Roma”: lo ha detto il sindaco Gianni Alemanno. Facciamo festa.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.