OmniAuto.it

29 aprile 2010

Nuovo Codice della strada: test antidroga per chi consegue o per chi rinnova la patente? C’è una bella differenza

2176283_b3aa1ee6ed

Droga test, forse ci siamo

Fra le innumerevoli norme che potrebbero entrare in vigore col nuovo Codice della strada, c’è anche il test antidroga per chi consegue la patente. Il caso più semplice è il 18enne che, per ottenere la licenza di guida, si sottopone alla prova tossicologica. Molti quotidiani parlano di test per i neopatentati: ma che vuol dire? Nulla. È una bufala. Cosa fai, fermi uno e gli fai il test perché intuisci che è un neopatentato? Sottoponi ogni tre mesi un neopatentato a un test?

La verità è un’altra: nessuno sa se il test antidroga verrà effettuato anche su chi rinnova la patente. C’è una bella differenza rispetto alla prima versione (test per chi consegue la patente): se ogni volta che “rifai” la licenza di guida devi sottoporti a esame, allora il controllo ci pare più mirato e più efficace. Invece, se è una volta all’inizio, e poi mai più, ci pare che si tratti solo di una norma che, è il caso di dirlo, getta fumo negli occhi.

Basterà presentarsi il giorno del test depurati di ogni sostanza, e il gioco è fatto. Vero che questo vale pure per il rinnovo, ma almeno le verifiche sarebbero più d’una.

foto flickr, album di Kevin Hurchinson

di Ezio Notte @ 02:59


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Al solito: un inasprimento nei confronti della situazione senza contestualizzare. Il nostro popolo ama bearsi delle sensazioni estreme, odio amore, amicizia inimicizia. Così quando avviene un tamponamento in autostrada causa la nebbia via a limiti di 40 km/h, quando avviene una strage di giovani il sabato notte disseminiamo le statali di limiti non superiori ai 50 km/h non curandosi che chi ha perso la vita si è schiantato causa alcol-droghe e velocità folli. Non sono i limiti a 50 all’ora a risparmiare le vite ma il cervello di chi guida. Invochiamo giustamente revoca della patente per chi guida con un tasso di 0,6 vogliamo il taglio di 60000 punti per chi parcheggia in dievieto di sosta (salvo poi lamentarci quando siamo noi i destinatari del provvedimento). E poi, dopo tanta precisione teutonica…escludiamo gli autisti dei nostri onorevoli perchè “non è giusto perdano i punti quando è il politico a chiedere di affondare il piede”…quindi curiamo il paziente senza capire che medicina errata abbia preso…è il POLITICO che NON DEVE OBBLIGARE l’autista ad infrangere le leggi che I POLITICI PROMULGANO!!! E allora perchè gli autotrasportatori hanno solo il doppio dei punti ma senza esonero? epppure anche loro han la patente per uso professionale … SIAMO ALLE SOLITE

    Commento by Renzo Fain Binda — 3 maggio 2010 @ 13:52

  2. […] Parlamento è un fuoco d’artificio continuo in materia di Codice della strada. Adesso, arriva un ennesimo emendamento al disegno di legge sulla sicurezza stradale: […]

    Pingback by Bestialità: il Prefetto che sospende la sospensione della patente | Automobilista.it — 4 maggio 2010 @ 22:18

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.