OmniAuto.it

2 novembre 2011

Nuovo danno biologico. È stato abbattuto? No: è una bocciatura politica

Danno biologico: serve ancora boxare

Come dicevo qui, il nuovo danno biologico (che dimezzerebbe i risarcimenti per le lesioni gravi) non ha subìto un ko: ha solo preso un cazzotto in mezzo ai denti. Per abbatterlo, serve ancora lavoro e pazienza. Trattasi solo di bocciatura politica, e non di norma mandata al tappeto e morta.

Mi pare un tantinello esagerato quanto dice l’Aneis (Associazione nazionale esperti infortunistica stradale):

“Bocciata la Tabella del danno biologico che avrebbe dovuto regolare i risarcimenti nei sinistri stradali. Se approvata, la tabella avrebbe apportato una riduzione dei risarcimenti fino al 50%, anche in caso di lesioni macropermanenti. ‘Siamo molto soddisfatti di come sono andate le cose – ha dichiarato Luigi Cipriano, presidente Aneis –. La bocciatura del provvedimento è per noi ‘addetti ai lavori’ senza dubbio una grande vittoria, ma ancora di più lo è per tutti gli assicurati che non vedranno compromesso il loro diritto a ricevere un adeguato risarcimento in caso di lesioni causate da sinistro stradale. Se fosse stato approvato, il decreto sarebbe stato l’ennesima beffa ai danni degli assicurati e l’ennesima occasione di guadagno per le compagnie assicuratrici’”.

Calma a cantar vittoria. Le Assicurazioni spingeranno ancora…

di Ezio Notte @ 23:42


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.