OmniAuto.it

4 novembre 2009

Nuovo massimale: Rca più cara. Un fastidio o un adeguamento necessario?

Più alto il massimale, più cara la Rca: contenti?

Più alto il massimale, più cara la Rca: contenti?

Riceviamo uno dei rarissimi comunicati interessanti: è di 6sicuro, motore per comparare le tariffe Rc auto. L’argomento è il massimale, ossia l’importo massimo risarcito in caso d’incidente. Quello minimo stabilito dalla legge è di 775.000 euro: se si causano danni per importi più alti, si devono sborsare i soldi di tasca propria.

Ebbene, 6sicuro racconta che sul proprio sito il massimale di 775.000 euro viene scelto dal 46% di quanti hanno verificato e comparato online il costo della propria polizza automobilistica.

La conseguenza logica, ma si tratta di una conclusione che traiamo noi di Automobilista.it, è che uno su due non si sogna neppure di spendere di più per avere un massimale più alto. Infatti, raccolgono percentuali basse le coperture da 3 milioni di euro (9% del totale) e da 1,6 milioni di euro (l’8%). Chi alza il massimale deve pagare una Rca più salata, e a quanto pare si preferisce badare al portafoglio subito piuttosto che a garantirsi di più un domani in caso di sinistro.

I dati di 6sicuro sono stati rilevati su una base di 212.745 preventivi calcolati negli ultimi 12 mesi (ottobre 2008-settembre 2009), quindi siamo di fronte a un campione assai significativo.

Ma attenzione. L’importo minimo del massimale sta per essere elevato: dall’11 dicembre 2009, sale a 2,5 milioni di euro a sinistro per danni alle persone e a 500mila euro per danni alle cose. Quindi, chi ha il massimale di 775.000 euro dovrà pagare una Rca più costosa per ottenere quello da 2,5 milioni. Più alto il rischio assicurato, più costosa la polizza.

Il problema è: così la pensano anche gli italiani? Sono contenti di versare una Rca più cara per avere un massimale più alto? In epoca di crisi, hanno voglia di tirare fuori altri soldi? Grosso modo, fra i 10 e i 20 euro in più l’anno. Diciamo un 3% in più della tariffa Rca attuale. E ancora: quel maggiore esborso viene visto come un balzello (un pretesto per rincarare la Rca) oppure come un ovvio e giustificato adeguamento tariffario?

foto flickr.com/photos/64895104@N00

di Ezio Notte @ 00:22


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.