OmniAuto.it

8 marzo 2011

Omicidio volontario e cocaina: binomio vincente

Semaforo rosso agli assassini tossici

Pochi giorni fa, una ragazza è stata investita sulle strisce e uccisa da un tizio che guidava un’auto a 115 km/h. Un’altra ragazza investita è in gravi condizioni. Analisi del sangue di lui, e si scopre che era imbottito di cocaina. Per la Procura, è omicidio volontario. Io non posso che plaudire la scelta della Procura. Fra l’altro, una recente sentenza della Cassazione prevede proprio l’omicidio volontario.

Quel signore che ha causato l’incidente, per me, non deve guidare neppure un triciclo. E servono pene durissime per fare deterrenza a tutto spiano.

E poi basta ipocrisie. Se ti fai di coca e guidi a 115 km/h senza dare la precedenza ai pedoni sulle strisce, uccidi di proposito. È bene che altri tossici deliranti in auto lo sappiano.

foto flickr.com/photos/bbmexplorer

di Ezio Notte @ 16:19


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.