OmniAuto.it

29 luglio 2012

Pagare subito per far incassare subito

Soldi caldi e veloci per i Comuni

Dice la “relazione” sul Disegno di legge del nuovo Codice della strada, che potrebbe divenire Legge a ottobre 2012: “Di particolare rilievo è la disposizione dell’articolo 4, che consente una riduzione del 20 per cento dell’importo delle sanzioni per violazioni del codice della strada quando il pagamento sia effettuato entro cinque giorni. La ratio della disposizione è quella di affiancare all’inasprimento delle sanzioni operato negli ultimi anni una disposizione che consenta un incentivo a comportamenti virtuosi, qual è il pagamento della sanzione in tempi rapidi. Ciò nella convinzione, da ritenersi valida non solo con riferimento alla sicurezza stradale, che l’effetto dissuasivo di una sanzione derivi, prima che dalla sua entità, dalla sua certezza. Si prevede inoltre la possibilità di pagamento delle sanzioni mediante strumenti di pagamento elettronici e la possibilità di notificazione dei verbali di accertamento delle violazioni al codice della strada tramite posta certificata nei confronti dei soggetti abilitati all’utilizzo della posta medesima. Si autorizza infine la stipulazione di convenzioni con banche e intermediari finanziari, al fine di favorire, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, la diffusione dei pagamenti in forma elettronica”.

Sarà. Ma forse la vera ratio della norma è un’altra: dare la possibilità agli Enti locali e specialmente ai Comuni di fare soldi rapidamente. Niente attese per il pagamento (60 giorni dalla notifica della multa), niente ricorso contro il verbale al Giudice di pace o al Prefetto, niente contenziosi: subito i quattirni, caldi e profumati.

di Ezio Notte @ 22:21


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.