OmniAuto.it

31 dicembre 2011

Pedaggi autostrade: chi vince la coppa

Un campionato avvincente

Ativa S.p.A. 6,66%;

Autostrade per l’Italia S.p.A. 3,51%;

Autostrada del Brennero S.p.A. 1,22%;

Autovie Venete S.p.A. 12,93%;

Centro Padane S.p.A. 5,62%;

Autocamionale della Cisa S.p.A. 8,17%;

Autostrada dei Fiori S.p.A. 5,22%;

Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. 1,85%;

Tangenziale di Napoli S.p.A. 3,49%;

RAV S.p.A. 14,17%;

SALT S.p.A. 5,68%;

SAT S.p.A. 4,82%;

Autostrade Meridionali (SAM) S.p.A. 0,31%;

SATAP Tronco A4 S.p.A. (Novara Est – Milano 6,80%; Torino – Novara Est 6,32%);

SATAP Tronco A21 S.p.A. 9,70%;

SAV S.p.A. 11,75%;

SITAF S.p.A. (Barriera di Bruere 4,15%; Barriera di Avigliana 5,62%; Barriera di Salbertrand 5,12%);

Torino – Savona S.p.A. 1,47%;

Strada dei Parchi S.p.A. 8,06%.

Il primo gestore, Autostrade per l’Italia, è a quota +3,51%. Ma il record è della RAV, a +14,17%. La coppa allora al Raccordo Autostradale Valle d’Aosta. Che di sé dice: “Il collegamento della rete autostradale italiana da Aosta al Traforo del Monte Bianco, realizzato dalla RAV, è un esempio di avanzatissima ingegneria autostradale di montagna in grado di coniugare le più moderne soluzioni tecniche con un profondo rispetto per il territorio e l’ambiente; a far fronte al naturale fisiologico incremento dei volumi di traffico, senza peraltro arrecare danno ai numerosi centri abitati e agli insediamenti turistici dell’Alta Valle, liberandoli dal traffico, soprattutto da quello pesante”.

di Ezio Notte @ 14:35


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.