OmniAuto.it

31 gennaio 2011

Per una volta, un elogio a Milano

Brindiamo a Milano!

Dicono che ce l’abbiamo con Milano: vedi Ecopass, smog, multe. Sciocchezze. E lo dimostriamo. Non ci piace il nuovo articolo 186 del Codice della strada (guida in stato d’ebbrezza), modificato l’estate scorsa: in certi casi, la pena detentiva e pecuniaria può essere sostituita con quella del lavoro di pubblica utilità, e consistente nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale presso Stato, Enti locali, organizzazioni di assistenza sociale e di volontariato, centri specializzati di lotta alle dipendenze.

Orrore. La pena detentiva e pecuniaria che viene sostituita dal lavoro sociale: 250 euro al giorno, per giunta.

E il potere deterrente della norma fa a farsi benedire.

Ma ecco intervenire Milano. Non ci sono soldi. Dice ilgiornale: “Allo stato il Tribunale ha una sola convenzione con i City Angels scarsamente utilizzata, relativa ad attività di sorveglianza e assistenza”.

Zero lavori sociali. Meglio così.

foto flickr.com/photos/suckamc

di Ezio Notte @ 23:43


4 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 4 Commenti

  1. allora facciamo 5000 euro di multa. questa si che è prevenzione

    Commento by daniele — 4 febbraio 2011 @ 10:46

  2. Va trovata una soluzione, comunque.

    Commento by Ezio Notte — 6 febbraio 2011 @ 11:27

  3. credo togliere sei mesi la patente sia abbastanza.

    Commento by daniele — 15 febbraio 2011 @ 16:37

  4. Mah…

    Commento by Ezio Notte — 15 febbraio 2011 @ 23:43

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.